Martedì, 18 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Serra San Bruno, la Trasversale delle Serre è ancora "un sogno lontano"
LAVORI A RILENTO

Serra San Bruno, la Trasversale delle Serre è ancora "un sogno lontano"

di

La Trasversale delle Serre, soprattutto nel tratto Monte Cucco-svincolo A2, è ancora molto lontana dal diventare una realtà.  Nonostante gli impegni assunti, infatti, il “sortilegio” che sembra costantemente pendere sull’importante arteria continua a dilatare i tempi di completamento. A sottolinearlo è il presidente del Comitato “Trasversale delle Serre. 50 anni di sviluppo negato”, Fioravante Schiavello il quale, tra l’altro, si è detto esasperato delle promesse non mantenute, delle scadenze non rispettate e dei cronoprogrammi disattesi. "La condizione d’isolamento dei paesi delle Serre è drammatica – ha sottolineato Schiavello - e la gente non ne può più di essere presa in giro".

Quello della Trasversale è ormai diventato un sogno lontano dall’essere tradotto in realtà tanto che anche i più accaniti sognatori sono stufi di dormire e, finalmente, dopo cinquant’anni si vogliono e si devono svegliare. Secondo il presidente del Comitato le cose stanno così: il chilometro Montecucco- Cimbello doveva essere completato e consegnato entro il mese di dicembre scorso, "adesso siamo arrivati alla nuova data di fine febbraio. Ma anche su questo nuovo traguardo –  ha rimarcato il presidente del Comitato – nutriamo seri dubbi".

Il lotto unico di Trasversale tra Vazzano e Vallelonga è stato finanziato per un importo dichiarato di 128,45 milioni di euro a valere sul Fondo di sviluppo e coesione. "Ma anche su questo lotto – ha tuonato ancora Schiavello –  avanziamo dubbi e perplessità. Siamo sicuri che ci siano davvero questi soldi?". La domanda è  indirizzata direttamente sia all'Anas che alla politica. Le uniche certezze, al momento, riguardano solo i finanziamenti per il superamento del colle Scornari, effettuato con fondi dell'Apq Calabria e del Contratto di Programma 2015 per un totale di 14,4 milioni di euro e per il superamento del cimitero di Vazzano, effettuato col fondo unico Anas per 6,42 milioni di euro.

Per quanto riguarda, poi, il ripristino dell’ex statale 110 ha rincarato la dose Francesco Pungitore, mettendo a nudo tutte le criticità, i disagi e le responsabilità. Quest’ultimo ha, inoltre,  evidenziato la mancanza di risorse destinate allo scopo da parte dell’ Anas, che ha recentemente assunto in carico la manutenzione di questa strada  provinciale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook