Venerdì, 07 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, rogo al "Tonnina's": Fiorentino era consapevole
LA SENTENZA

Catanzaro, rogo al "Tonnina's": Fiorentino era consapevole

di
catanzaro, pub tonnina's, rogo, eugenio sergi, gennaro fiorentino, giuseppe paonessa, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Rogo al pub Tonnina's

La misura cautelare in carcere non era adeguata vista l’incensuratezza dell’indagato e l’impossibilità di inquinamento probatorio, ma per la Cassazione Gennaro Fiorentino era «ben consapevole (oltre che delle condizioni del locale) della rapida e incontrollabile capacità diffusiva delle fiamme in ragione dei mezzi che sarebbero stati adoperati».

Così i giudici della Suprema Corte scrivono nelle motivazioni del provvedimento con cui hanno rinviato gli atti a Catanzaro per una nuova decisione dei giudici del Riesame sulla custodia cautelare in carcere di Fiorentino.

Il 47enne, che ora si trova agli arresti domiciliari, collaboratore e cognato del titolare del pub Tonnina’s di Catanzaro, è accusato di incendio e di morte come conseguenza di altro delitto per il rogo doloso che la notte del 5 aprile scorso provocò la morte dei due giovani trentenni Giuseppe Paonessa ed Eugenio Sergi e la distruzione del locale nel quartiere marinaro della città.

Leggi l’articolo completo su Gazzetta del Sud – edizione Catanzaro in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook