Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
AUT AUT

Corap, sindacati sul piede di guerra per il mancato pagamento degli stipendi

corap, dipendenti, sindacati, stipendi, Alessandra Baladari, Barbara Fontana, Domenico Pafumi, Francesco Russo, Luciana Giordano, Rosaria Guzzo, Calabria, Cronaca
Gli uffici del Corap

Il 15 ottobre, nella sede del dipartimento Attività Produttive presso la Cittadella regionale, si è svolto l’incontro fra i segretari generali della Fp Cgil, Alessandra Baladari, della Cisl Fp, Luciana Giordano, il segretario regionale della Uil Fpl, Domenico Pafumi, la segretaria aziendale della Findici, Barbara Fontana, il vicepresidente della Giunta regionale, nella sua qualità di assessore alle Attività produttive, Francesco Russo e il commissario straordinario del Corap, Rosaria Guzzo, finalizzato a comprendere il futuro dell’Ente strumentale della Regione Calabria, costituito dopo la riforma legislativa dei Consorzi provinciali di sviluppo industriale.

I segretari regionali, in quell’occasione, hanno espresso tutta la loro preoccupazione per il ritardo riguardo alla regolare erogazione delle retribuzioni e si sono particolarmente soffermati nel chiedere quali siano le prospettive di risanamento economico–finanziario dell’Ente, ottenendo da parte dell’assessore e del commissario straordinario garanzie sul pagamento degli stipendi di Ottobre entro il 23/11/2018, sul pagamento di novembre, dicembre e tredicesima mensilità secondo le ordinarie scadenze, e rassicurazioni in merito alla ricapitalizzazione e riprogrammazione dell’Ente.

Ma i lavoratori, purtroppo, alla data odierna non hanno avuto le risposte attese e lamentano ancora il mancato pagamento delle retribuzioni di ottobre, fatto salvo il pagamento degli stipendi di alcuni dipendenti avvenuto secondo un imprecisato criterio, oltre al mancato pagamento della retribuzione di novembre.

Ma quello che ancor più preoccupa i lavoratori è vedere un’Amministrazione che non riesce a rispettare alcun tipo di impegno finanziario, sentirsi in dubbio su qualsiasi spesa, non avere notizie certe sulla sorte dei bilanci 2016 e 2017, sul Durc e come se non bastasse l’Ente è esposto ad un attacco mediatico senza precedenti da parte di alcune testate giornalistiche.

I lavoratori hanno espresso negli ultimi giorni tutto il loro disagio, esprimendo alle organizzazioni sindacali il timore di dover trascorrere il Santo Natale non solo senza retribuzioni, giova ricordare che a norma dell’articolo 66 Ccnl Ficei tra il 16 ed il 20 dicembre i dipendenti maturano anche la tredicesima mensilità, ma soprattutto senza certezze sulla ricapitalizzazione e programmazione dell’Ente, alla luce dei lunghissimi tempi burocratici e politici, nonostante l’impegno dell’assessore Russo che si sta prodigando su questo fronte.

Come dire che nel frattempo che il medico decide il paziente muore.

Al fine di scongiurare eventuali azioni di lotta, Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Findici Calabria chiedono l’immediato pagamento a tutti i dipendenti della mensilità di ottobre ed entro 20 giorni la corresponsione delle retribuzioni di novembre, dicembre e la tredicesima mensilità.

I lavoratori sono ben consapevoli delle difficoltà in cui versa il Consorzio ed hanno sempre collaborato costruttivamente per superare il momento di crisi ma adesso hanno bisogno di avere certezze sulla loro stabilità lavorativa e sul futuro dell’Ente.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook