Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Gioia Tauro, l'ospedale è senza anestesisti e il primario rifiuta il trasferimento: "Mi licenzino pure"

"Io questo ospedale non lo lascio, neanche con la forza. Devono arrestarmi o licenziarmi in tronco. Sfido l’azienda a darmi delle risposte". È l’accorato sfogo di un medico del “Giovanni XXIII” di Gioia Tauro, il dottor Lino Mamone, anestesista-rianimatore con più di quarant’anni di onorato servizio, 46 e sei mesi per la precisione.

A Gioia il SAR risulterebbe ancora attivo, l’unico anestesista rimasto deve prendere servizio a Polistena, non si può garantire un servizio di anestesia H24 senza un anestesista, ad oggi è ancora garantito perché Mamone si rifiuta di andare a Polistena.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria.

 

Persone:

Caricamento commenti

Commenta la notizia