Venerdì, 18 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, licenziato dopo la malattia: "Silenzio da Comune e sindacato"
IL CASO

Catanzaro, licenziato dopo la malattia: "Silenzio da Comune e sindacato"

"Non si è ancora mosso nulla: né l’azienda, né il Comune e nemmeno il sindacato al quale sono iscritto, la Cgil, hanno fatto nulla per la mia situazione".

Non si sblocca il caso del 52enne Cesare Votta, l’ex autista della Sieco affetto da sclerosi multipla da quattro anni e licenziato dall’azienda che si occupa del servizio rifiuti in città per aver superato il cosiddetto periodo di comporto. Nel dettaglio, così come riporta l'edizione della Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro, il periodo di comporto è quel lasso di tempo nel quale, in caso di assenza per malattia, un dipendente ha diritto a conservare il proprio posto di lavoro, come stabilito nei contratti collettivi di ciascuna categoria.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook