Lunedì, 09 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
COLDIRETTI

Capodanno: oltre 4.000 calabresi in agriturismi

agriturismo, capodanno, coldiretti, Calabria, Archivio
Capodanno: oltre 4.000 calabresi in agriturismi

"L'aria delle festività natalizie fa bene alla nostra economia, soprattutto agroalimentare. C'è stato un significativo aumento delle vendite sia in Italia che all'estero e questo è la conferma che riusciamo ad essere competitivi ed il frutto di un lavoro costante delle aziende agricole ed agroalimentari e ancora gli spazi sono enormi e c'è tanto da fare". Lo sostiene, in una nota, il presidente di Coldiretti Calabria, Pietro Molinaro. "Mai come in questo periodo - aggiunge - si è avvertita l'importanza della tutela dell'origine delle produzioni e questo significa valorizzare le nostre eccellenze sempre più orientate a soddisfare le richieste salutiste dei consumatori.

Rispetto al cenone di Natale, trascorso in casa dal 90% delle famiglie calabresi, per il cenone di Capodanno è un momento che oltre il 50% delle persone trascorre in locali e anche in agriturismi alla ricerca della buona tavola, del divertimento e di attività rilassanti del dopo cenone. Si afferma una tendenza: per il cin cin di buon anno si stappano e si prediligono sempre di più gli spumanti 'Made in Calabria', a testimonianza del dinamismo delle nostre aziende vinicole. Significativa la presenza negli agriturismi della nostra regione dove oltre 4 mila persone hanno prenotato per la notte di Capodanno. Particolarmente richiesti gli agriturismi montani che registrano il tutto esaurito grazie anche alla neve, e dove saranno fatti degustare le eccellenze dell'agroalimentare calabrese a partire dai prodotti di montagna opportunamente rivisitati e da produzioni biologiche e a 'glifosate zero'. Una notizia significativa arriva dal congresso nazionale dei cardiologi che si è svolto a Roma: il bergamotto è un salva-cuore.

Il succo del bergamotto presenta una elevata concentrazione di bioflavonoidi che possiedono qualità antiossidanti, antiinfiammatorie e vasoprotettive, ha spiegato il prof. Vincenzo Montemurro, membro del Consiglio direttivo della Società Italiana di Cardiologia, e dal suo succo sono stati estratte strutture analoghe alle statine, i farmaci inibitori del colesterolo". "Dunque i cardiologi consigliano a chi soffre di ipercolesterolemia - conclude Molinaro - di bere quotidianamente una spremuta di bergamotto, eventualmente mescolata con una spremuta di arancia che ne mitiga l'asprezza. Un attestato ad una nostra produzione unica a livello mondiale. Anche questo ulteriore riconoscimento - conclude Molinaro Presidente di Coldiretti Calabria - è di buon auspicio e da valore al nostro sistema agricolo ed agroalimentare".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook