Venerdì, 23 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
BOOTCAMP DI X FACTOR

La calabrese e il siciliano che hanno stregato il pubblico

di
x-factor, Calabria, Archivio, Cultura
La calabrese e il siciliano che hanno stregato il pubblico

«Hai vent’anni e la voce che racconta tutto il tuo dolore, non tutti possono cantare “Sally”, molte interpreti italiane lo fanno senza averne il diritto. Tu invece hai il diritto di farlo». Quando Levante, madrina e giudice delle “under donna”, lancia il suo messaggio d’amore a Rita Bellanza il palco di X Factor è da due minuti una pioggia di emozioni. Mara Maionchi piange a dirotto, Fedez e Agnelli non trattengono l’emozione. Davanti a loro c’è una ragazza di vent’anni con due occhioni profondi, imbarazzata e imbarazzante per una timidezza che lascia perplessi. C’è una voce che squarcia e un dolore tracimante. Canta “Sally” perché «in questa canzone c’è la mia storia». E lì, tra quelle note e quelle frasi, lei si sente a casa. Quella casa che forse le è mancata per troppo tempo.

Una storia che parte dalla Calabria, dal Cosentino, dove Rita è nata e cresciuta prima di un abbandono forzato. Lei come le altre due sorelle: costrette a lasciare la mamma e la nonna, che ancora vivono in Calabria. Prima il trasferimento in una comunità familiare, poi l’affido a tre famiglie. L’ultima a Riva di Solto, in provincia di Bergamo. Rita è stata allieva di Giovanni Guerini al Centro Didattico Produzione Musica bergamasco (Cdpm) e nel 2014 ha ricevuto una borsa di studio per frequentare i corsi di perfezionamento. Ama il jazz e i compositori americani di inizio secolo, come si coglie nel timbro bluesy della voce.

E quel dolore che emerge a rivendicare un diritto. Il diritto di cantare, ma prima ancora di vivere e di essere felice. Il diritto di riconquistarsi un futuro, quello che Rita Bellanza per tanto tempo ha pensato di aver perso. Giovedì, nel corso dei Bootcamp, è stata scelta da Levante per gli Home Visit. La settimana prossima scopriremo se andrà avanti, ma Fedez l’ha già promossa: «Per me puoi andare direttamente ai live».

Non ce l’ha fatta invece Noemy Rao, catanese di 19 anni, voce da cartone animato che si esalta in una versione di Dancin Queen degli Abba. Eliminata in volata, all’ultima scelta.

Per un siciliano che si alza uno che si prende la sedia con forza. È il ragusano Lorenzo Licitra che trasforma “Titanium” di David Guetta, spacca e entra di diritto tra i favoriti del programma. Tenore bello, bravo e con personalità che incanta Mara Maionchi che se lo porta nella squadra degli Over. Agli Home Visit raggiungerà un altro ragusano, il giovanissimo Nico Arezzo, e i due catanesi d’adozione Samuel Storm (il ragazzo nigeriano che ha traversato il Mediterraneo con un barcone) e Kamless Kishnah (filippino), tutti nella squadra di Fedez.

Intanto non si ferma la crescita degli ascolti di X Factor 2017 su Sky: la seconda parte del Bootcamp ha ottenuto il miglior risultato di questa edizione con 1 milione 442 mila spettatori: giovedì Sky è stato il 4° canale più visto in Italia!

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook