Sabato, 01 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Il maltempo mette in ginocchio la Calabria
CRISI

Il maltempo mette in ginocchio la Calabria

maltempo calabria, Calabria, Archivio
Il maltempo mette in ginocchio la Calabria

Scuole, parchi e vie alberate resteranno chiuse domani a Reggio Calabria. Lo ha disposto il sindaco Giuseppe Falcomatà per l'ondata di maltempo che sta interessando tutta la Calabria ed in particolare il reggino. Il provvedimento riguarderà, in particolare, la Via Marina, a ridosso del lungomare, e la Villa Comunale. Scuole chiuse domani anche a San Roberto e a Siderno.

Le abbondanti piogge abbattutesi questa mattina nel crotonese hanno provocato allagamenti e disagi oltre che nel capoluogo anche nei territori dei comuni di Rocca di Neto, Strongoli, Casabona, Roccabernarda, Scandale e Petilia Policastro. A Strongoli è stata emessa ordinanza di evacuazione di 10 nuclei familiari; a Santa Severina, nel centro storico, si è verificato un crollo di un muro senza danni alle persone. Smottamenti si sono verificati lungo la strada provinciale 18; il torrente Cavallino, a Rocca di Neto, è esondato senza conseguenze per la popolazione. La Capitaneria di porto sta monitorando l'alveo del fiume Esaro, a Crotone, ed i corsi di acqua che interessano la città. I vigili del fuoco hanno fatto richiesta di rinforzo di 15 unità. Alla Prefettura di Crotone, per fare il punto della situazione, da stamani è riunita l'Unità di crisi che resterà allertata fino a comunicazione di cessata esigenza. A Crotone, dove nella mattinata l'intensità della pioggia è comunque diminuita, le precipitazioni hanno causato numerosi allagamenti soprattutto nella zona sud della città con particolari disagi nei quartieri di Tufolo, Lampanaro, Trafinello. Numerosi gli allagamenti degli scantinati e di auto rimaste sotto la coltre di fango ed acqua.

Resteranno chiuse domani le scuole a Samo, Bianco e San Luca. La decisione è stata presa dai sindaci dei tre comuni alla luce del maltempo che ha colpito tutta la Locride ed i problemi di circolazione che si registrano nella zona. La pioggia incessante caduta nelle ultime ore ha provocato diverse frane, alcune delle quali hanno provocato la chiusura delle strade provinciali che conducono a Caraffa del Bianco, Samo e San Luca. Intanto Rete ferroviaria italiana ha reso noto che per ovviare alla sospensione del traffico sulla linea Reggio Calabria-Catanzaro, tra le stazioni di Bianco e Ferruzzano, per uno smottamento che ha interessato i binari, è stato attivato un servizio sostitutivo di bus tra Bianco e Brancaleone mentre i tecnici sono al lavoro per gli interventi di ripristino della massicciata. I treni, secondo Rfi, torneranno a circolare non prima della mattinata di domani. 

La linea ferroviaria ionica nel tratto tra Bovalino e Ferruzzano, nella Locride, è interrotta, così come la statale 106 sempre nella stessa zona, per frane. Per lo stesso motivo Careri è isolata. Sono questi i maggiori problemi provocati dall'ondata di maltempo che sta interessando la Calabria nelle ultime ore. Una colonna mobile di mezzi della protezione civile è partita da Catanzaro diretta alle zone interessate. A Siderno, a scopo precauzionale, le scuole sono state chiuse. Carlo Tansi, dirigente della Protezione civile regionale, ha riferito che in sole 12 ore, a Sant'Agata del Bianco, sempre nella Locride, sono caduti 346 millilitri di pioggia, pari ad un terzo delle intere precipitazioni di un anno; 184 ad Ardore, 171 a Bovalino e 128 a Petilia Policastro. La protezione civile regionale ha allertato associazioni di volontariato per il monitoraggio di alcuni fiumi a Caulonia, Melito Porto Salvo e, nel crotonese, a Isola Capo Rizzuto e Petilia. Desta particolare attenzione la fiumara Bonamico

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook