Lunedì, 17 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Fratello Iannicelli: "Giuseppe aveva paura"
CASSANO IONIO (CS)

Fratello Iannicelli:
"Giuseppe aveva paura"

Giuseppe Iannicelli temeva per la sua vita e per questo girava in auto con il piccolo Coco' e la giovane marocchina. "Mio fratello - ha spiegato Battista Iannicelli agli inquirenti - andava a Timpone rosso (quartiere di Cassano roccaforte del clan Abbruzzese, ndr) con la compagna marocchina e anche con Coco' in quanto era convinto che con una donna e un bambino nessuno gli avrebbe fatto del male, secondo le vecchie regole di 'ndrangheta". Gli Abbruzzese, stando al racconto di Battista Iannicelli, contestavano a Giuseppe "il fatto che acquistava stupefacente anche da altri e il fatto che si era sparsa la voce che poteva collaborare con la giustizia. Prima di morire mio fratello veniva convocato a Timpone Rosso quasi ogni giorno e ogni volta che andava mi confessava di avere paura e di aver subito minacce di morte".  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook