Giovedì, 30 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Rifiuti pericolosi scattano i sigilli
TIRRENO COSENTINO

Rifiuti pericolosi
scattano i sigilli

Bombole di gas, bottiglie in plastica evetro, alluminio, bidoni di carburante vuoti, resti di autovetture abbandonate emateriali ferrosi trovati, tra l’altro, in avanzato stato di ossidazione. Un vero e proprio “monumento” dell’illegalità ambientale quello  rinvenuto sulla costa tirrenica, in una nota località turistica, dalle Fiamme Gialle di Cosenza su un’area di circa 650 metri quadrati e abbandonati in evidente stato di deterioramento. Il ritrovamento è avvenuto grazie a dei controlli effettuati dagli uomini dellaGuardia di Finanza cosentina che si sono ritrovati di fronte al classico scenariodi degrado che contraddistingue i luoghi utilizzati per smaltire irregolarmente irifiuti.Una serie di appostamenti, svolti anche in orari notturni, hanno consentito diindividuare i mezzi di trasporto utilizzati da una ditta individuale intestata ad unimprenditore che ripetutamente raccoglieva rifiuti e resti di attività industriali e lidepositava illecitamente.L’area è stata posta immediatamente sotto sequestro ed il responsabile della ditta e il proprietario del terreno sono stati denunciati. Rischiano l’arresto da 1 anno a 3 anni,un’ammenda fino a 52.000 euro vista la notevole pericolosità dei materiali abbandonati e saranno obbligati alla bonifica del terreno smaltendo i rifiuti accumulati tramite soggetti abilitati dalla legge.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook