Domenica, 03 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Garanzia Giovani allarme di Guccione
REGIONE

Garanzia Giovani
allarme di Guccione

L’ex assessore al regionale al Lavoro Carlo Guccione non manda giù che la sua creatura, quella che ha dato una marcia in più all’azione della prima giunta Oliverio, ovvero Garanzia Giovani possa arenarsi. E cosi non manca occasione per chiedere il rilancio del progetto che già in passato aveva rischiato  di essere disimpegnato dal governo nazionale, come aveva annunciato il ministro Del Rio a Porta a Porta rispetto alla Calabria, facendo perdere 111 milioni di euro alla Calabria. “Eravamo riusciti – dice Guccione - ad evitare questo pericolo attraverso una riprogrammazione contenuta in un  atto di Giunta del  5 febbraio 2015 che ha portato all’avvio dei primi bandi del progetto il 7 aprile 2015. I dati al 29 giungo vedevano iscritti 41.321 giovani, 227 operatori pubblici impegnati a fare incontrare domanda e offerta, 342 operatori privati, 180 sportelli accreditati privati che svolgono le stesse funzioni dei Centri per l’impiego e 8.487 aziende che hanno dichiarato la disponibilità ad accogliere giovani in tirocinio e ad assumere direttamente beneficiando della cumulabilità dei contributi per le assunzioni. Oggi possono essere attivate le misure di apprendistato in alta formazione (visto che recentemente il Governo ha emanato i decreti attuativi del Jobs Act), può essere avviata la misura dell’auto-impiego che insieme ad altri provvedimenti legislativi può favorire la creazione  di impresa in settori nevralgici per lo sviluppo della  regione quali agricoltura, cultura,  turismo e artigianato artistico. Va rifinanziata la misura del servizio civile  considerato che i progetti presentati hanno esaurito il budget previsto e l’incentivazione del servizio civile come strumento di promozione dell’impresa sociale ha riscontrato un notevole successo su tutto il territorio calabrese. Vanno rapidamente firmati i protocolli di intesa già pronti con l’Università degli Studi della Magna Grecia per 180 Master, con Banco di Napoli- Gruppo Banca Intesa e l’Adepp – Associazione degli Enti di Previdenza Privati, delle Casse dei Professionisti - per l’autoimprenditorialità e l’accordo con Google per la formazione di tutti gli iscritti a Garanzia Giovani senza intaccare il budget regionale. Questo è un progetto che deve essere rilanciato nella consapevolezza che può rappresentare una opportunità per una parte dei giovani calabresi in cerca di lavoro: 110 milioni di euro possono essere una risposta, anche se non esaustiva, al problema occupazionale in Calabria”.  Il governatore e la giunta sono avvisati!

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook