Martedì, 26 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Marcianò: Pace risposta a terrorismo e fondamentalismo
PASQUA

Marcianò: Pace risposta
a terrorismo e
fondamentalismo

militari italiani, mons. marcianò, pace, pasqua, Calabria, Archivio

"In questi giorni, la parola pace sembra improvvisamente sottratta alla speranza. Sembra schiacciata dal terrorismo sottile e da persecuzioni feroci, perpetrate in particolare contro chi vive e muore per la propria fede nel Dio della Vita. Ma non e' forse proprio la pace la risposta di questi martiri al terrorismo, al fondamentalismo, alla violenza? Non e', il loro, il gesto di chi non reagisce all'odio con l'odio ed e' cosi' capace, seppure a costo della vita, di porre un limite a ogni violenza?". Lo scrive mons. Santo Marciano', ordinario militare per l'Italia, e già vescovo di Rossano,  nel messaggio pasquale ai militari italiani in patria e nelle missioni oltreconfine. E "anche se gravemente violata, la pace puo' risorgere, come risultato di un processo di trasformazione lenta, operata da chi cerca di sgretolare la violenza nel suo pericoloso imporsi quotidiano e lo fa in maniera silenziosa, senza proclami pacifisti e senza lotte ideologiche, ma con la cura, la difesa, la protezione, con le armi della vicinanza e del servizio, del dialogo e della condivisione. La Pasqua non e' un evento magico o un avvenimento istantaneo, ma un processo che ha richiesto la vita di Gesu', la sua liberta', la sua donazione, la sua condanna, la sua morte in Croce, e' veramente vittoria della vita sulla morte. Nella Pasqua c'e' un nemico contro cui combattere, da sconfiggere e da vincere. Da vincere sempre! Anche per far trionfare la pace - aggiunge l'ordinario militare - c'e' un nemico da combattere. Il nemico della pace e' la guerra in se', quell''impulso distorto del cuore di cui Papa Francesco ci ha parlato a Redipuglia il 13 settembre scorso, ricordandoci come il germe di tutti i conflitti sia nascosto in ogni tentazione di guadagnare denaro, successo, potere, perche' essa tende a schiacciare e dimenticare gli altri. Ed e' contro questo che il mondo militare e' chiamato a lottare". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook