Giovedì, 27 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Litiga con agente in chat Cacia squalificato: "Ricorda sono calabrese"
ROMA

Litiga con agente in chat
Cacia squalificato:
"Ricorda sono calabrese"

daniele cacia, Calabria, Archivio, Sport
Uno scambio di messaggi offensivi via sms e 'whatsapp' tra Daniele Cacia e l'agente Gianluca Fiorini è costato all'attaccante del Bologna un turno di squalifica (oltre ad una multa di 6.000 euro) ed al secondo un mese di inibizione. Lo ha deciso il tribunale federale nazionale (sezione Disciplinare), stabilendo un'ammenda di 6.000 euro anche per il Bologna. Il 18 febbraio scorso Cacia e Fiorini erano stati deferiti dalla Procura federale per lo scambio di offese risalente al 20 settembre. A titolo di responsabilità oggettiva era stato deferito anche il Bologna.

La Procura federale della F.I.G.C., con la suindicata nota del 18 febbraio 2015, ha deferito dinanzi a questo Tribunale Federale Nazionale - Sezione Disciplinare: - Il Sig. Fiorini Gianluca, per rispondere: della violazione di cui all'art. 1 bis, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva (CGS), in relazione all’art. 19, commi 3 e 5 del Regolamento Agenti, per avere inoltrato in data 20 settembre 2014 dalla propria utenza telefonica a quella del calciatore Daniele Cacia messaggi di testo con l’applicazione “Whatsapp”, nonché sms telefonici dal contenuto offensivo nei confronti del predetto calciatore del seguente testuale tenore: “ Fra un po’ ti chiederanno di restituire lo stipendio a Bologna” (ore 18,05), “nel senso che uno stipendio come il tuo e quello di Acquafresca non giustificano un rendimento così scarso del Bologna” (ore 18,09), “può darsi ma sicuramente guadagno 1/10 di quello che prendete voi” (ore 18,10), “no … sei tu che ne guadagni troppi, infatti vedrai che adesso ti chiederanno i soldi … garantito!” (ore 18,12), “ero al cesso … fra un mese ti rescindono il contratto e vai a lavorare se vuoi mantenere tua figlia … garantito … conserva il mio messaggio e poi vedremo chi è il poveraccio … coglione!” (ore 18,28), “povero figlio … ha un padre coglione” (ore 18,56), “intanto giro i tuoi messaggi alla Procura federale” (ore 18,58), “va bene , grazie per le offese e le minacce” (ore 18,59), “ io nomino la parola di tuo figlio quando mi pare e piace … adesso ci pensa la giustizia sportiva a farti abbassare la cresta e il proprietario del Bologna” (ore 19,01), “domani parte denuncia da Palazzi” (ore 19,02), “ho appena informato il capo della Digos a Cremona dando i tuoi dati e mandato una email alla Procura federale c/o FIGC…sei pregato di non chiamarmi più” (ore 19,29 SMS), “ti ho denunciato in Questura. Domani viene a prenderti la Digos a Piacenza. Sono 2 Federazione Italiana Giuoco Calcio – Tribunale Federale Nazionale – Sez. disciplinare - SS 2014-2015 stufo delle tue minacce. Io ho solo detto che devi andare a lavorare per mantenere tuo figlio” (ore 20,34 SMS), “adesso sono stufo … non ritiro le denuncie neanche se me lo chiede Andrea D’Amico che è mio amico” (SMS); - Il Sig. Cacia Daniele, per rispondere: della violazione dell’art. 1 bis comma 1 CGS, per avere inoltrato in data 20 settembre 2014 dalla propria utenza telefonica a quella dell’agente Gianluca Fiorini messaggi di testo con l’applicazione “Whatsapp” nonché sms telefonici dal contenuto offensivo nei riguardi del predetto agente di calciatori del seguente testuale tenore: “ Vieni tu magari fai più goal di noi” (ore 18,10), “e si vede che ti meriti quelli” (ore 18,10), “senti te lo già detto 1 volta … se hai qualche problema con me vieni che lo risolviamo di persona altrimenti nn ti permettere più di scrivere. Sei un poveretto che cerca gloria in un mondo che nn ti appartiene. Ps a casa mia i conigli nn risp al telefono ciao” (ore 18,21), “ Infatti, stavi nel posto giusto al cesso … le merde stanno lì … risp dai che ti voglio dire una cosa” (ore 18,31), “coniglio” (ore 18,32), “se nn hai soldi x richiamare ti faccio una ricarica” (ore 18,32), “fammi sapere” (ore 18,33), “dimenticavo … mio figlio sta bene, lui e i suoi figli … coglione se mi gira ti compro pure a te … poveraccio …” (ore 18,37), “senti ora ti dico una cosa … se nomini ancora la parola mio figlio sappi che Dove ti vedo in qualunque posto ti massacro. Attento nn scherzare con il fuoco. Che ti bruci. A buon intenditore poche parole” (ore 18,42), “ci vediamo presto tranquillo” (ore 18,57), “te l’avevo detto” (ore 18,57), “A presto, ciao” (ore 18,58), “girala a chi cazzo vuoi coglione” (ore 18,59), “Nn me ne frega un cazzo” (ore 18,59), “Ti avevo avvisato” (ore 19,00), “Tu hai nominato la parola mio figlio” (ore 19,00), “E nn devi” (ore 19,00), “ Quindi da oggi prima o poi ti trovo” (ore 19,00), “Coniglio” (ore 19,00), “Ci vediamo … tranquillo” (ore 19,01), “A presto” (ore 19,01), “ …” (ore 19,01), “Ti abbasso le corna che hai tu io … tranquillo” (ore 19,02), “A presto” (ore 19,02), “A presto” (ore 19,03), “Bello mio forse nn hai capito in che situazione ti sei messo, sei in una via senza uscita. Chi tocca mio figlio e andato nella via sbagliata e tu ci sei finito. Hai ragione non ti scrivo più tanto perdo tempo con un coglione come te e morto di fame che sei … ma ricordati una cosa Daniele è calabrese e Daniele non dimentica … a presto” (ore 19,40 SMS), “A presto” 8ore 20,38 SMS);

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook