Sabato, 04 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Spese incredibili più di Roma e Napoli M5S chiede conto
RENDE (CS)

Spese incredibili
più di Roma e Napoli
M5S chiede conto

Il Movimento 5 Stelle fa le pulci alla giunta Manna sulle incredibili spese per come risulta dal sito voluto dal governo nell’ottica della trasparenza. Inserendo il Comune di Rende nella voce di ricerca di  SoldiPubblici - Reloaded  risultano spese, per l’anno 2014, pari ad € 48.708.333, con una spesa pro- capite per cittadino di € 1.442. e che necessitano di una spiegazione, scrive il consigliere comunale Domenico Miceli: “Le principali voci di spesa sono state:  "Altri materiali di consumo" (€ 6.554.355,98); "Impianti sportivi" (€ 5.205.570,65); “Altri contratti di servizio" (€ 4.249.215,82); “Contratti di servizio per smaltimento rifiuti” (€ 4.101.273,89); “Tassa di rimozione rifiuti solidi urbani” (€ 3.978.320,89); “Competenze fisse per il personale a tempo indeterminato” (€ 3.966.463,12); “Utenze e canoni per energia elettrica” (€ 2.653.233,7).Come Movimento 5 Stelle abbiamo interrogato il Sindaco, la Giunta comunale e l’Assessore competente per chiedere quali voci siano inserite nel codice “Altri materiali di consumo” perché la cifra di € 6.554.355,98 risulta essere assolutamente elevata. Rende è il quarto comune in Italia a spendere così tanto per i materiali di consumo, 2 milioni in più di Napoli e il doppio rispetto alla città capitale d’Italia, Roma. Abbiamo anche chiesto quali voci siano inserite nel codice “Impianti sportivi” perché la cifra di € 5.205.570,65 risulta essere eccessiva. Rende è il terzo Comune in Italia a spendere così tanto per gli impianti sportivi, superato unicamente dalle città di Genova e Venezia, in tutta Italia. E vorremmo sapere quali voci sono inserite nel codice “Altri contratti di servizio” perché la cifra di € 4.249.215,82 risulta essere assolutamente elevata. Rende spende, per questa voce, più del doppio rispetto al capoluogo di regione Catanzaro. I nostri dubbi riguardano anche le voci inserite nei codici “Contratti di servizio per smaltimento rifiuti" e "Tassa di rimozione rifiuti solidi urbani” perché, sommandoli, si arriva all’incredibile cifra di € 8.079.594,78 che risulta essere sproporzionata e non giustificabile. La raccolta differenziata nella nostra città risulta essere intorno al 50% mentre l’aumento della TARI per i commercianti rendesi è arrivato a quasi il 300% rispetto al 2013. Per quanto riguarda la “Tassa di rimozione rifiuti solidi urbani”, poi, il confronto con le altre città italiane è sconcertante, visto che siamo addirittura la prima città con la più alta spesa per questo codice, con la cifra di € 3.978.320,89 tenendo a molta distanza la seconda, che spende € 1.054.137,03. Infine,  ci chiediamo quali voci siano inserite nel codice “Spese per liti (patrocinio legale)” perché la cifra di € 632.921,45 ci sembra essere sproporzionata. Rende spende, per cause legali, più di comuni come Venezia, Bologna o Firenze e anche questo ci sembra incredibile e meritevole di una spiegazione”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook