Giovedì, 17 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo

Giusy Versace
vince "Ballando"

La decima e ultima puntata di Ballando con le stelle 10 con Milly Carlucci che ha incoronato vincitrice la reggina Giusy Versace in coppia con Raimondo Todaro, ha registrato un ascolto di 4.572.000 telespettatori, share del 23,55%. La 37enne atleta paralimpica ha confermato, ballando in coppia con il maestro Raimondo Todaro (per lui si tratta della quinta vittoria nella storia di Ballando), i pronostici della vigilia ed è salita sul gradino più alto del podio, avendo la meglio sui quattro finalisti.

"Allora è vero non è stato un sogno ho vinto io Ballando con Le stelle?. Sono frastornata il cuore ancora mi batte forte, non voglio sembrare fasulla, ma non credevo di farcela. Temevo il giudizio del pubblico da casa perchè non abituato a valutare una persona senza gambe. E se avesse vinto Andrew sarei stata felice ugualmente, è un atleta completo bravissimo per bene. Ma i momenti di sconforto oggi posso dirlo ci sono stati". Giusy Versace l'atleta paralimpica in coppia con il suo maestro Raimondo Todaro (alla sua quinta vittoria sulla pista di Ballando) ha vinto la decima edizione dello show di Rai1 e una conversazione con l'ANSA si confessa: ''Senza Raimondo non ce l'avrei mai fatta, io grazie alla fede ho superato tante difficoltà nella vita, e sono convinta che anche lui in qualche modo l'ho abbia mandato sulla mia strada Dio. Era la persona adatta a tirar fuori il meglio, sono testarda orgogliosa, all'inizio dubitavo, di lui...invece è come se fosse entrato nella mia testa. Mi sgridava, non era solo bacetti e complimenti anzi...ma è stato quello il segreto, lo spronarmi a fare sempre meglio mi diceva: Giusy tu sei una ballerina mancata''. Le mancherà Raimondo? "Ce lo siamo detti subito ieri sera. Ma non posso immaginare neanche ormai anche lui in un modo o nell'altro è una parte della mia vita, mi ha cambiata, resa più consapevole. Comunque ci piacerebbe impegni di entrambi permettendo fare uno show nostro, dobbiamo trovare il tempo, io devo tornare ad allenarmi e poi ho il mio lavoro da consulente perchè con lo sport non campo, comunque continuerò a ballare, ma solo con Raimondo". Possiamo dire che Ballando le ha ridato le sue gambe? "Io non non le ho mai perse, l'ho capito quando sono andata a Lourdes in pellegrinaggio,e anche le protesi con cui faccio le gare olimpiche le chiamo gambe!! La vita mette alla prova ognuno di noi. Io ho avuto quell'incidente in auto nel 2005 che ho raccontato anche nel mio libro a cui non a caso ho voluto dare quel titolo ('Con la testa e con il cuore si va ovunque')''. Di quel momento Giusy ricorda tutto: il dolore straziante, il terrore di morire e le preghiere rivolte alla Madonna, perché le dia forza. Forza che diventa la sua arma. Insieme alla famiglia e agli amici che le si stringono attorno, Giusy muove i primi passi nella sua nuova vita. Fra pianti, speranze, paure e momenti di gioia arrivano le protesi, "le mie nuove gambe". Prima quelle da passeggio, poi da mare, poi addirittura da corsa, nonostante qualche dottore le suggerisca di lasciar perdere. A un anno dall'incidente Giusy si è buttata a capofitto in un futuro che le ha riservato sorprese e soddisfazioni: un nuovo lavoro, la creazione della onlus Disabili No Limits, che raccoglie fondi per donare ausili a chi non può permetterseli, l'oro e il record italiano sui 200 e 100 metri e il record europeo sui 100 metri. "Non voglio compatirmi. La vita è un dono ogni giorno. Sono una donna fortunata, che ha avuto tanto altro. Si deve reagire e sorridere. Io ho molta fede in Dio, non sono arrabbiata con la vita, io vedo tutto il resto: vedo che ho un cuore pulito, tanta energia, voglia di fare, di vivere e mettermi in gioco. E, se questo può essere contagioso anche per gli altri, vuol dire che ho fatto qualcosa di buono. Ecco perchè ho partecipato a Ballando, e sto anche pensando di scrivere un diario su questa esperienza. Milly è stata come una mamma non mi ha fatto sentire l'assenza di casa. Di fatto non puoi scegliere il tuo destino ma puoi decidere come affrontarlo. Lo confesso avevo inizialmente molti dubbi, mi chiedevo se sarei riuscita, dopo l'incidente non avevo più messo le scarpe con i tacchi, o meglio la verità e che ci avevo provato una volta ma ero goffa. Spero di aver trasmesso un messaggio, le barriere si possono buttare giù. Giusy trova anche il tempo per continuare ad allenarsi in pista perché ad attenderla c'è il Campionato del Mondo di atletica paralimpica in programma a Doha, in Qatar, a ottobre 2015.

Li definisce ''tutti suoi figli, tutti bravi ad impegnarsi, a migliorasi, puntata dopo puntata''. Questa di Ballando con le Stelle, finita stanotte, è stata confessa l'edizione più ricca di messaggi ''positivi a cominciare da quello della vincitrice Giusy Versace, la più bella da quando è nato lo show probabilmente''. Milly Carlucci in una conversazione con l'ANSA commenta cosi' il giorno dopo la finale del talent ballerino che ha incoronato Giusy Versace in coppia con Raimondo Todaro e ha registrato un ascolto di 4.572.000 telespettatori per uno share del 23,55, aggiudicandosi la prima serata degli ascolti. Ma la signora della tv del sabato sera di Rai1 non si ferma ed è già a lavoro per mettere in piedi un'altro show: '''Notti sul ghiaccio' la messa in onda è prevista per febbraio subito dopo Sanremo, dagli studi Rai della Dear, i tempi sono strettissimi, bisogna costruire la pista, testare i concorrenti, anche perchè devono essere portati davvero (Carlucci è un ex campionessa di pattinaggio ndr) insomma dobbiamo lavorare tanto, tanto''. Si tratta sempre di un talent in cui alcuni personaggi famosi, accompagnati da maestri professionisti, si sfideranno nel pattinaggio sul ghiaccio. La conduttrice non si è sbilanciata sui nomi dei concorrenti e dei giurati. Tornando a Ballando, Carlucci si dice soddisfatta soprattutto per i messaggi che il programma è riuscito a trasmettere nell'edizione di quest'anno compreso quello portato da l'uomo mascherato incarnato da Joe Maska (Silvio Simac), il campione di arti marziali impegnato contro il bullismo. ''Mi sarebbe piaciuto avere di più con noi Giorgio Albertazzi, ma i suoi impegni di teatro non ce lo hanno permesso. Abbiamo avuto in questa edizione più di un concorrente che sì è fatto male e ha dovuto lasciare prima del previsto come Teo Teocoli e Enzo Miccio. Ma capita è la dimostrazione che qui è tutto vero autentico, sudore e fatica''. Non sono mancati i momenti di grande ironia con Marisa Laurito che si è prestata dicendo di voler diventare prima ballerina all'Opera. Milly Carlucci, come ha ribadito in più occasioni, è soddisfatta perchè il suo programma è, fra quelli della Rai, il più commentato su Facebook, e molti lo seguono anche su Twitter. Questo vuol dire che è seguito anche da un pubblico giovane. Per chi tifava Milly Carlucci? "Per me questa edizione soprattutto i finalisti erano tutti davvero bravi, li considero dei figli. La vittoria di Giusy Versace è il finale perfetto per questa edizione. Credo che sarà davvero difficile replicare un cast cosi, tanto che ho chiesto alla Rai uno stop per il programma fino a gennaio 2016. Senno rischiamo di scadere in una brutta replica di qualcosa di non all'altezza. Ma Ballando tornerà, almeno spero, e chissà magari in una veste rinnovata vedremo''. Per quanto riguarda la cronaca della finale che è andata in onda ieri sera dopo le prime due manche, le coppie composte da Valerio Aspromonte ed Ekaterina Veganova e da Giulio Berruti e Samanta Togni hanno dovuto affrontare il primo spareggio per restare in gara: il campione olimpico di scherma romano è stato il primo eliminato della serata aggiudicandosi la quinta posizione. In seguito al doppio confronto sono arrivati i due terzi classificati pari merito: le coppie composte da Giorgia Surina (che ha scelto di sfidare Andrew Howe, il secondo classificato di questa edizione) e Maykel Fonts e da Giulio Berruti e Samanta Togni. Con il tabellone finale, è arrivato il vincitore: Giusy Versace e Raimondo Todaro hanno vinto con il 56% dei voti, anche l'atleta Andrew Howe, insieme a Sara Di Vaira insomma era a un passo alla vittoria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook