Sabato, 25 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Auto, in Calabria assicurazioni più care
CROTONE AL TOP

Auto, in Calabria
assicurazioni più care

Il premio RC auto medio in Calabria ad agosto è stato di 929,15 euro, con un -13% rispetto allo stesso mese del 2013. Nonostante il calo, i prezzi per assicurare le auto in Calabria rimangono tra i più alti d'Italia. E' quanto emerge dall'Osservatorio RC Auto condotto da Facile.it in collaborazione con Assicurazione.it. Cosenza è la provincia più economica (media 744,58 euro); a Crotone, invece, si registra il valore medio più alto (1.041,82 che diventano 2.259 per un neo-patentato).

Lo studio, è scritto in una nota, ha monitorato i prezzi delle compagnie e le caratteristiche dei preventivi compilati dagli utenti per scoprire comportamenti, caratteristiche e tariffe medie. L'indagine ha preso in considerazione tre profili "tipo", a cui corrispondono classe di merito ed età differenti. Nel dettaglio, per il primo profilo - relativo ad un guidatore di 40 anni in prima classe di merito - l'assicurazione auto costa maggiormente a chi risiede nella provincia di Reggio Calabria (634,35 euro), mentre per i più fortunati di Cosenza ne bastano (368,07). Tutte le altre province hanno, per questo profilo, premi oscillanti attorno ai 500 euro con il minimo a Catanzaro (517,31) e il massimo a Crotone (567,39). Le differenze tra i premi medi, prosegue la nota, non sono troppo marcate anche per quanto riguarda il secondo profilo, una donna di 35 anni in quarta classe di merito. In questo caso va segnalata la provincia con i premi più alti, Reggio Calabria (676,05 euro). Varia invece di oltre 200 euro il premio fra la più cara, Catanzaro (2.263 euro) e la più economica, Cosenza (2.055,26), per il terzo profilo, un giovane neopatentato in quattordicesima classe. In questo caso la differenza con la media italiana è ancora più evidente, considerando che a livello nazionale la cifra richiesta è di 1.420,67 euro. "La situazione della RC auto in Calabria - è scritto nella nota - rimane quindi fra le più onerose per gli automobilisti. E questo nonostante il calo annuale registrato in Italia abbia interessato in maniera più evidente la regione, con picchi del -14,86% a Cosenza. Vibo Valentia è invece la provincia dove i premi si sono abbassati meno che altrove, rimanendo praticamente invariati con una percentuale ferma al -0,12%". Per quel che concerne le garanzie accessorie, vale a dire quelle che tutelano in caso di eventi non coperti dalla normale RC auto, la più scelta nel mese di agosto in Calabria è stata l'assistenza stradale (39,82%), seguita dalla infortuni conducente (30,78%) e dalla tutela legale (19,61%). Sintomo questo di un'età media delle auto circolanti molto alta. La classe di merito più ricorrente in Calabria, così come in Italia, è la prima: si dichiarano "virtuosi" ben il 57,83% dei calabresi, molti di più della media nazionale che si è fermata al 46,46%. Il dato è, chiaramente, frutto anche del ricorso alla legge Bersani, che consente a neopatentati di acquisire la classe di merito di uno dei genitori conviventi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook