Lunedì, 20 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Francesco abbraccia la Calabria
CASSANO

Francesco abbraccia la Calabria

L'elicottero con Papa Francesco è atterrato nell'area antistante il carcere di Castrovillari, prima tappa della sua visita in Calabria. Il Pontefice è stato accolto da centinaia di persone e da un lungo applauso. Successivamente ha attraversato due ali di folla ed è entrato nel carcere dove è stato accolto dal direttore Fedele Rizzo e da un picchetto degli agenti della polizia penitenziaria. Subito dopo è iniziata la visita nella struttura al termine della quale si trasferirà a Cassano allo Jonio.

Un gruppo di disabili ha accolto Papa Francesco al suo ingresso nel carcere di Castrovillari. Il pontefice ha salutato singolarmente i componenti del gruppo e poi è entrato nell'istituto per iniziare il suo incontro con i familiari dei dipendenti e successivamente con i detenuti. Precedentemente, passando tra due ali di folla, aveva voluto abbracciare una neonata baciandola sulla fronte e riconsegnandola poi ai genitori. La folla in delirio ha salutato il pontefice gridando slogan di benvenuto. Sono anche volati in cielo dei palloncini bianchi e gialli simbolo dei colori vaticani. Nel carcere di Castrovillari, dove è appena giunto Papa Francesco, è detenuto anche Nicola Campolongo, il padre di Cocò, il bambino di tre anni ucciso e bruciato a Cassano allo Jonio insieme al nonno ed alla compagna di quest'ultimo. Il programma non prevede un incontro del Pontefice con i familiari del piccolo, ma non è escluso che un contatto ci possa essere quando vedrà i detenuti dell'istituto. Tra loro ci sono anche altri stretti familiari del bambino.

Nel carcere di Castrovillari, dove è appena giunto Papa Francesco, è detenuto anche Dudu Nelus, il romeno di 27 anni accusato di essere il responsabile dell'omicidio di don Lazzaro, il sacerdote ucciso sempre a Cassano nei mesi scorsi. Proprio in merito a questa vicenda il Papa dovrebbe avere un fuori programma fermandosi a pregare nella chiesa di Sibari di Cassano allo Jonio, all'esterno della quale è stato ucciso il sacerdote e dove, da ieri, è stata installata una stele in suo ricordo. (ANSA)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook