Venerdì, 16 Novembre 2018
RIFIUTI

Celico si ribella
presidiata discarica

La protesta è scattata a mezzanotte. Un gruppo di cittadini presidia  la strada di accesso che porta all'impianto di lavorazione dei rifiuti in contrada San Nicola  a Celico, nella presila cosentina.  I cittadini, provenienti  da diversi paesi della zona, hanno dormito al  freddo, sotto le tende e dentro i furgoni. Non accettano  la decisione delal Regione, secondo la quale l'impianto dovrebbe accogliere, seppur per un tempo limitato, rifiuti provenienti da tutta la Calabria. " Non ci stiamo, perchè  questa  non è una discarica - dicono i manifestanti- checchè  ne dica la Regione: si tratta di un impianto  di compostaggio gestito da una società privata e qui arrivano i carichi di raccolta differenziata. Sono senza autorizzazioni dal 2008 e anche la Provincia di Cosenza ha negato loro il rinnovo". I dimostranti annunciano di voler protestare  ad oltranza. Il comune di Celico, intanto ha vietato l'utilizzo  della strada che porta verso contrada San Nicola, dove sorge l'impianto di compostaggio, ai mezzi pesanti, motivando il provvedimento con una situazione oggettiva di dissesto della rete viaria. E' stato  inoltre annunciato come imminente un incontro congiunto tra le amministarzioni comunali della presila ( Celico, Casole Bruzio, Trenta, Spezzano Sila, Spezzano Piccolo, Pedace, Serra Pedace, Lappano e Rovito) per  discutere della vicenda  ed approvare un documento unitario contro l'utilizzo dell'area come discarica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X