Giovedì, 11 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Sigilli a depuratore e impianto sollevamento
CAROLEI (CS)

Sigilli a depuratore e
impianto sollevamento

carolei, depuratore, sigilli, Calabria, Archivio
foto gazzetta del sud

Sigilli al depuratore comunale di Carolei (cs). A sequestrare l’impianto è stato il Nipaf di Cosenza, Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale con il Comando Stazione di Dipignano. Gli agenti nel corso di un controllo  hanno accertato che l’impianto situato in località “S.Lucia” "è strutturalmente fatiscente e in apparente stato di abbandono e con fanghi non smaltiti". La struttura- secondo quanto è emerso dalle verifiche-  nonostante non fosse funzionante, scaricava i liquami in modo continuo in un fosso di scolo che confluisce  nel Fiume Busento.  Riscontrata inoltre a Carolei  la presenza Carolei di  un impianto di sollevamento ubicato in località “Deposito- Treti”. L'impianto di sollevamento è risultato  assolutamente non funzionante e in stato di abbandono, i liquami anziché venire spinti nella condotta per confluire nell'impianto di depurazione fuoriuscivano da un pozzetto in calcestruzzo per immettersi a cielo aperto nel torrente “Caronte” affluente del fiume Busento.Tre Persone sono state deferite all'autorità giudiziaria per gestione non autorizzata di rifiuti, distruzione e deturpamento corsi d'acqua sottoposti a tutela paesaggistico-ambientale e disastrio ambientale. Il Nipaf negli ultimi cinque mesi ha posto sotto sequestro 18 depuratori comunali in Provincia e dai numerosi controlli effettuati fino ad oggi risulta che la maggior parte non è in regola con la normativa vigente.

.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook