Martedì, 19 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Chiusura Convento città si ribella
PIETRAFITTA (CS)

Chiusura Convento
città si ribella

I cittadini di Pietrafitta non mollano. Gli striscioni affissi alle mura del convento "tutta la presila si mobilita" " Il convento non si tocca" ed ancora significativamente "Convento occupato"  raccontano l'intera storia di una struttura religiosa difesa dai fedeli. In molti hanno sfidato il freddo pungente della collina e trascorso la notte tra le mura sacre per opporre fisicamente resistenza alla decisione di trasferire i due frati rimasti, padre Franco Chilelli e frate Francesco Tudda a Bisignano. Sono rimasti solo in due al convento e la domenica tornerebbero- assicurano per la messa. Ma chiudere il convento di Sant'Antonio simbolo della cittadina da queste parti è inaccettabile. Il sindaco, Antonio Muto, è perentorio " Non possiamo permettere  che 400 anni di storia vengano cancellati". La fiaccolata a cui hanno perso parte gli amministratori del comprensorio presilano e la speranza che è nel racconto popolare, nelle parole pronunciate da Sant'Umile che avrebbe detto: "Questo convento non sarà mai chiuso". Nella realtà spunta l'ipotesi di un'associazione a cui la struttura sarebbe stata assegnata. Quale destino per il convento? Intanto i cittadini, credenti e non credenti hanno deciso : sarà civile e dura resistenza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook