Mercoledì, 08 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Impianti chiusi l'ira di Oliverio
LORICA (CS)

Impianti chiusi
l'ira di Oliverio

"E' inutile negare che, con la chiusura degli impianti di risalita di Lorica l'Altopiano Silano e, in particolare, l'economia di tutto il bacino del lago Arvo, ha subito un colpo durissimo, quasi mortale". E' quanto afferma, in una nota, il presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio. "Tutto ciò –prosegue Oliverio- è il frutto dell'immobilismo colpevole e assurdo registrato nei mesi scorsi da parte della giunta regionale calabrese. Dallo scorso mese di febbraio, ovvero da quando gli impianti sono stati chiusi per scadenza della "vita tecnica" degli stessi, infatti, non è stato mosso un dito, non si è fatto nulla per ottenere la proroga e la conseguente riapertura degli stessi. Agli annunci roboanti di Scopelliti non solo non sono seguiti fatti concreti, ma i risultati di una politica troppo spesso superficiale e parolaia, hanno prodotto le conseguenze negative che sono sotto gli occhi di tutti. Oggi Lorica, questa magnifica "perla" distesa sul lago Arvo, è abbandonata a se stessa nel pieno della stagione invernale ma, quel che è peggio, è il fatto che è stato inferto un colpo durissimo al suo futuro e al futuro di quanti vivono ed operano su questo territorio. Si tratta davvero di una vicenda paradossale, soprattutto se si considera che questa splendida località ha un innevamento naturale assicurato per cinque mesi all'anno e che l'affluenza turistica degli ultimi due anni ha fatto segnare una crescita progressiva e continua".."Di fronte alla grave situazione che si è venuta a determinare –conclude Oliverio- mi auguro che, in tempi rapidi, si esplichino quanto meno le procedure che riguardano il discutibile percorso del project financing scelto dalla Regione Calabria per fare in modo che, attraverso le concrete verifiche, si metta la parola "fine" ad una vicenda che rischia di assumere i connotati di una vera e propria "telenovela" le cui conseguenze sarebbero pagate, ancor più duramente, dal territorio silano e per affrontare con realismo ed efficacia la problematica dell'ammodernamento degli impianti invernali per consentire ad un grande territorio di esprimere pienamente le proprie potenzialità".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook