Giovedì, 29 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio "L'utima Brignatessa" conquista il Proviero
TRENTA (CS)

"L'utima Brignatessa"
conquista il Proviero

brigantessa, proviero, trenta, Calabria, Archivio
foto gazzetta del sud

 Rocco Giuseppe Greco con il romanzo "L'ultima Brigantessa" (La vera storia di Ciccilla)  edito da Marco Valerio, è il vincitore della sesta edizione del premio letterario internazionale "Antonio Proviero" di Trenta. Nel corso della cerimonia consegnati premi speciali allo scrittore Mimmo Gangemi, al primario di ortopedia dell'ospedale di Paola, Massimo Candela e alla giovande promessa del calcio Felice Natalino   a cui la diagnosi di malattia  cardiovascolare  ha fermato la carriera. Quest'anno  per la prima volta in mostra i documenti  inediti di Don Antonio Proviero. Sono state le pagine ingiallite con gli appunti del sacerdote –scienziato ad accogliere i visitatori   ed   aprire ufficialmente  a due giorni del premio nella cittadina presilana. L’iniziativa rappresenta un punto di riferimento per la cultura, la scienza, l’economia, le istituzioni  in Calabria.  Negli anni scorsi  sono stati insigniti del riconoscimento: Arnaldo Caruso, scopritore del vaccino contro l’Hiv, scienziato di fama internazionale (originario di Trenta);  Amalia Bruni, ricercatrice e neurologa, famosa per aver scoperto la proteina “Nicastrina” negli studi contro l’Alzheimer; Fortunato Morabito, primario di Ematologia all’Annunziata di Cosenza e direttore del nuovo centro sulle staminali punto di riferimento per la ricerca nel Sud Italia; Salvatore Palazzo, primario di Oncologia al Mariano Santo di Cosenza per la sperimentazione portata avanti sulla green oncology.  Amici del “Proviero” anche intellettuali quali: Paride Leporace, presidente della Film Commission lucana;  Lino Morgante, direttore editoriale di Gazzetta del Sud; il giornalisti Arcangelo Badolati ed Attilio Sabato. Sono solo alcuni dei nomi che hanno contribuito alla crescita dell’iniziativa, rispecchiando la poliedricità del Proviero scienziato, del Proviero studioso, senza trascurare la sensibilità verso l’economia. Don Antonio fu uno dei primissimi collaboratori di don Carlo De Cardona e costituì a Trenta la lega del lavoro, non a caso, il premio è sostenuto dalla Bcc Mediocrati e dal suo presidente Nicola Paldino. Nel corso degli anni all’attenzione della giuria, sono arrivati più di duemila lavori: libri, racconti e poesie. 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook