Martedì, 20 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Finto made in Italy blocco al Brennero
COLDIRETTI

Finto made in Italy
blocco al Brennero

Una folta delegazione di allevatori e agricoltori calabresi mercoledì 4 e giovedì 5 dicembre  saliranno al Passo del Brennero e si unirà  ai circa diecimila  imprenditori provenienti da tutte le Regioni, anche con i loro trattori per una nuova e massiccia mobilitazione: “La battaglia di Natale: scegli l’Italia” per difendere l’economia e il lavoro dalle importazioni di bassa qualità che varcano le frontiere per essere spacciate come italiane. Nei due giorni di presidio autobotti, camion frigo, container saranno verificati dagli agricoltori e dagli allevatori per smascherare il "finto Made in Italy" diretto sulle tavole in vista del Natale, all’insaputa dei consumatori per la mancanza di una normativa chiara sull’obbligo di indicare l’origine degli alimenti. “La Calabria –afferma Pietro Molinaro che guiderà la delegazione – ha 1400 kilometri di ottime ragioni infatti, attraverso le frontiere,  giungono in Italia miliardi di litri di latte, cagliate e polveri ma anche milioni di quintali di carne di maiale, conserve di pomodoro, succhi di frutta concentrati, olio di oliva e altri prodotti che,  stanno provocando la chiusura delle stalle e delle aziende agricole con la perdita, nella nostra Regione, di diverse centinaia  di posti di lavoro e l’impossibilità da parte delle imprese ad investire e fare reddito. In Calabria poi, arrivano anche animali vivi, che come è stato riscontrato, causano anche focolai di epizozie che non permettono alla regione di essere dichiarata ufficialmente indenne con la conseguenza dell’impossibilità ad esportare alcune nostre produzioni di eccellenza. La misura insomma è colma!”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook