Sabato, 25 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Controlli in Sila denunce e sequestri
BRACCONAGGIO

Controlli in Sila
denunce e sequestri

bracconaggio, cosenza, denuncia, polizia provinciale, sequestro, Calabria, Archivio

Sorpreso a caccia con porto d’armi scaduto e senza aver versato la quota necessaria per la stagione venatoria 2013. Un 49enne di Luzzi intercettato dagli uomini della polizia provinciale di Cosenza nei boschi Zagarella a Spezzano della Sila è stato denunciato a piede libero e gli è stata comminata una multa da 924 euro. Ma non è finita qui. L’uomo era in possesso di un fucile non suo e cosi è stato denunciato anche il proprietario che gli aveva presta l’arma, un ventinovenne di Luzzi. Per l’ui l’accusa è di aver consegnato il fucile ad una persona sprovvista di porto d’armi. Sequestrati il fucile calibro 20, alcune munizioni, materiale da caccia, due radioline portatili e della documentazione. La Polizia Provinciale di Cosenza è impegnata in prima linea contro il bracconaggio è per il rispetto delle varie norme in materia di armi e munizioni, spesso impiegate proprio nell’attività venatoria.  polizia

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook