Domenica, 23 Settembre 2018
CACCIA

Sequestro fucili e uccelli
denunciati 3 bracconieri

bracconaggio, denunce, polizia provinciale cosenza, Calabria, Archivio

La caccia in Calabria aprirà ufficialmente il 15 settembre, ma già nella giornata di pre-apertura sono stati messi a segno i primi interventi per reprimere il fenomeno del bracconaggio. La polizia provinciale di Cosenza, durante un servizio mirato, ha infatti sequestrato  3 fucili, 35 esemplari di fauna protetta e richiami acustici  non consentiti dalla legge. Tre le persone denunciate, due lungo il Crati tra Montalto Uffugo e Rose e una a Corigliano in località Thurio.  Nel primo caso le due persone di San Pietro in Guarano sono state sorprese mentre riponevano in auto i fucili ed una busta di plastica molto grande, contenente 14 esemplari di colombo selvatico (Columba Livia), una specie protetta,  abbattuti nelle ore precedenti. Sullo jonio la denuncia è scattata per un cacciatore residente ad Afragola (NA) sorpreso in possesso di ben 21 esemplari di fauna abbattuta, appartenenti alle specie “Alzavola” e “Mestolone”, specie cacciabili solo a partire dal 15 settembre, nonché di un congegno elettromagnetico utilizzato come richiamo acustico riproducente il canto degli uccelli cacciati.

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X