Martedì, 25 Settembre 2018
GIUDIZIARIA

’Ndrangheta a Milano,
condanne annullate

La Cassazione ha annullato sei condanne, inflitte dalla Corte d’Appello di Milano, del processo “Parco sud” per il principio del “ne bis in idem” (essere giudicati due volte per lo stesso reato). Sul banco degli imputati le presunte cosche di ‘ndrangheta di Platì, le famiglie Barbaro e Papalia che sfruttando il blasone mafioso di cui godono avrebbero monopolizzato nell’hinterland sud di Milano il settore della movimentazione terra e il business delle intermediazioni immobiliari. Sei persone dovranno affrontare un nuovo giudizio di secondo grado davanti ad un diverso collegio della Corte d’Appello di Milano. Nei motivi della decisione la Corte Suprema annota: «Si tratta della medesima struttura associativa e dei medesimi soggetti operanti ». Le famiglie Barbaro e Papalia di Platì erano state infatti già giudicate per la stessa ipotesi di reato nel processo “Cerberus”.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X