Sabato, 22 Settembre 2018
FRANCAVILLA MARITTIMA (CS)

Parco archeologico
scoperte nuove tombe

campagna 2013, francavilla marittima, martin guggisberg, scavi archeologici, tombe, Calabria, Archivio

Soddisfatti i responsabili e gli esperti che hanno lavorato alla campagna 2013 degli scavi nel parco archeologico di Francavilla Marittima, nelle zone di Macchiavate e Timpone di Motta. I risultati hanno ancora una volta premiato il lavoro con scoperte che vanno a rendere ancora più prezioso e importante questo sito posizionato a ridosso delle gole del raganello. Un insediamento dell’antica Magna Grecia che ha dato le origini a Sibari. Gli scavi, finanziati dal ministero per i Beni Ambientali e da un Fondo Nazionale Svizzero, condotti da  14 studiosi dell’università di Basilea coordinati dal professor Martin A. Guggisberg, hanno portato alla luce altre tombe di quella che a distanza di 50 anni dalla prima scoperta si è rivelata una vera e propria necropoli di epoca proto-storica. Si tratta di tombe di forma ovoidale profonde tra 75 e 85 centimetri, rivestite da grossi ciottoli di fiume alcune femminili, altre di bambini, accanto a quelle dei guerrieri, segno che questo era un nucleo abitato. Ora bisognerà renderle fruibile considerato che è elevatissimo il valore storico e scientifico. E’ un giacimento unico in quanto conserva  i resti di un santuario, di una necropoli e di un insediamento umano adiacente al santuari.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X