Sabato, 22 Settembre 2018
PATTI TERRITORIALI

Tirreno cosentino
è guerra tra sindaci

Patto territoriale del tirreno cosentino è guerra tra i sindaci. I primi cittadini di  Aieta, Buonvicino, Maierà,Orsomarso, Papasidero, San Nicola Arcella, Verbicaro dnunciano un colpo di mano da parte dei colleghi  di Grisolia, Praia a Mare, Santa Domenica Talao, Santa Maria del Cedro, Scalea, Tortora con l’avvallo del presidente del Patto Territoriale Alto Tirreno Cosentino, Salvatore Paolino, per impossessarsi dei circa 5.000.000,00 euro messi a disposizione di tutti i comuni aderenti al Patto attraverso un progetto concertato in clandestinità  e hanno, quindi,  chiesto al Presidente del Consiglio Enrico Letta, al Ministro dello Sviluppo economico e al Direttore Generale dello stesso Ministero un incontro urgente per rappresentare le gravi irregolarità commesse dal Presidente Paolino e dai sindaci citati in merito alla rimodulazione dei fondi assegnati.  I sindaci nella lettera chiedono anche la nomina di un commissario ad acta per la gestione condivisa delle risorse messe a disposizione e la riapertura dei termini per la presentazione di un progetto condiviso. Con una lettera a parte, inviata  anche al Prefetto di Cosenza, i sindaci di Aieta, Buonvicino,  Maierà, Orsomarso, Papasidero, San Nicola Arcella, Verbicaro chiedono l’accesso agli atti inerenti tutta la pratica di rimodulazione delle risorse e annunciano ogni iniziativa utile a contrastare quanto accaduto e che lavoreranno  al suo superamento nella tutela degli interessi complessivi delle proprie collettivit

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X