Giovedì, 20 Settembre 2018
TRENTA (COSENZA)

Chiesa è in pericolo
appello agli emigrati

chiesa, emigranti, trenta, Calabria, Archivio
foto gazzetta del sud

 La chiesa di S. Elia  ha bisogno di lavori urgenti, ma nella frazione Magli  del comune di Trenta dove l’edificio sacro è ubicato, le famiglie sono poche  e, nonostante le offerte, non riescono a garantire la riparazione del tetto della struttura. I sopralluoghi tecnici hanno evidenziato che non si può più aspettare: le crepe sono evidenti e gli interventi vanno effettuati prima del prossimo inverno. Che fare? Giovani e adulti della comunità parrocchiale hanno deciso insieme al parroco Don Francesco Greco di chiedere aiuto agli emigranti. Così hanno pubblicato in rete una lettera appello ai maglitani nel mondo: “Ai figli di Magli che vivono in Italia, in Europa, in America ,in Australia,in Asia e Africa. – si legge nella missiva-  A coloro che sono partiti tanti anni fa dalla frazione del comune di Trenta, ma non hanno dimenticato le proprie radici e la collina con gli ulivi d’argento, la chiesa in cui sono stati battezzati. A voi famiglie i cui cognomi sono un ponte tra questo piccolo centro della Calabria e il resto del  mondo. A tanti  parenti lontani diciamo che l’antica chiesa di S.Elia Profeta ha bisogno di sostegno. Necessitano lavori urgenti per il rifacimento di una parte del tetto. I pochi residenti collaboriamo  con le offerte e il lavoro quotidiano, rinunciando a feste civili. Da soli però non ce la facciamo! Abbiamo bisogno di aiuto ed abbiamo pensato insieme al nostro sacerdote, Don Francesco Greco (cell. 349/5143538)   che la chiesa non appartiene solo a chi oggi vive qui, ma anche a chi un tempo è partito portandola nel cuore, a chi sogna di tornare un giorno, a chi, vorrebbe solo conoscerla. E’ un luogo che appartiene a tutti noi. Chiunque vuole darci una mano può farlo inviando il proprio contributo sul conto corrente postale n.  20979985  intestato a Ente  Parrocchia Santa Maria Assunta corso Umberto  Trenta Cosenza causale- chiesa S. Elia Profeta di Magli.” Un appello che, nel paese della presila cosentina sperano non cada nel vuoto.

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook