Mercoledì, 19 Settembre 2018
CORIGLIANO

Ancora una vita
spezzata sulla 106

di
domenico iacino, incidente stradale, Calabria, Archivio
domenico iacino

Poco dopo le 6 del mattino di ieri Domenico Iacino, 24 anni di Corigliano, ha perso la vita in un tremendo incidente lungo la Ss 106, nel tratto tra gli svincoli di Corigliano e contrada Santa Lucia. Domenico Iacino è morto sul colpo scontrandosi con una Peugeot 206. Sull’asfalto due ore più tardi c’erano solo alcuni anonimi segni di gesso bianco ad indicare qualcosa di incomprensibile per chiunque passasse. Quei segni sull’asfalto raccontano che ieri mattina, Domenico Iacino ha perso la vita lì, mentre a bordo del suo ciclomotore si stava recando a lavoro presso un’ortofrutticola che distava circa un chilometro dal punto in cui, purtroppo è morto. Improvvisamente, senza alcun preavviso, lasciando attoniti i genitori, la fidanzata, gli amici e chiunque lo conoscesse. Il padre, alla notizia comunicatagli dalle forze dell’ordine, si è sentito male. Il dolore si è impadronito velocemente di tutti i suoi conoscenti, anche sui social network la notizia e lo sconforto hanno raggiunto tutti. Domenico Iacino è morto sul colpo poco dopo le 6 del mattino lungo la strada sulla quale sono morte ormai migliaia di persone, e per la quale ancora nessuno è stato in grado di trovare una soluzione, anche parziale, dello stillicidio di vite che ogni anno avviene, non è lontana infatti la morte delle due sorelle Valentina e Teresa Fiore di 21 e 25 anni, avvenuta qualche mese fa. Anche in questo caso c’è una dinamica dell’incidente che ancora non è chiara e comunque è al vaglio degli inquirenti, ma al di la di chi possa avere una qualche colpa nell’accaduto, l’amara constatazione che anche in questo caso è morto un ragazzo giovanissimo. Domenico Iacino è morto scontrandosi con una Peugeot 206, mentre era a bordo del suo ciclomotore, sono rimasti coinvolti nell’incidente anche un autoarticolato e un’altra vettura leggermente. La dinamica è al vaglio degli inquirenti anche perché sembrerebbe essere piuttosto complessa. Quando poco dopo le 6 del mattino di ieri è avvenuto lo scontro, molti automobilisti sono subito accorsi, era l’ora in cui molti braccianti agricoli si recano a lavoro e la Ss 106 è piuttosto trafficata. Immediatamente sono stati chiesti i soccorsi e sul posto in pochi minuti sono giunti i medici del 118 di Corigliano, i carabinieri della compagni di Corigliano e la polizia stradale di Rossano. Le attenzioni di tutte si sono concentrate sul ragazzo trovato a terra in brutte condizioni. Ma gli stessi medici non hanno potuto fare altre che constatare il decesso del giovane coriglianese. Il violento impatto non gli ha dato scampo. I medici infatti hanno poi spostato le loro attenzioni sul conducente della Peugeot 206, praticamente distrutta nell’impatto col motociclo, rimasto ferito e trasportato all’ospedale con l’ambulanza del 118. Immediatamente sono iniziati i rilievi delle forze dell’ordine in attesa anche del Pm di turno della Procura di Rossano per la constatazione del decesso del ragazzo. Per alcune ore il traffico sulla Ss106 è stato bloccato e deviato sulle arterie limitrofe. Dopo circa due ore, finiti i rilievi e rimossi i veicoli coinvolti, tutti sequestrati, gli operatori dell’Anas hanno ripulito il manto stradale e riaperto la circolazione. Su quel tratto di strada ora sembra non sia accaduto nulla.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook