Martedì, 18 Settembre 2018
GDF MILANO

Finanza derivata,
s’indaga in Calabria

gdf, regione calabria, Calabria, Archivio
guardia di finanza

Il Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Milano ha trasmesso alla Procura di Catanzaro un’informativa sui derivati sottoscritti, dal 2003 al 2009, dalla Regione Calabria con tre istituti di credito. La voluminosa informativa è ora al vaglio dei sostituti procuratori Gerardo Dominijanni e Domenico Guarascio. Al centro dell’informativa delle Fiamme Gialle ci sono i “derivati” sottoscritti dalla Regione con le banche Bnl, Ups e Dresdner Bank (oggi Commerzbank, dopo l’acquisizione avvenuta nel 2009). Gli inquirenti stanno verificando le procedure di sottoscrizione ed eventuali danni economici subiti dalla Regione, che in una denuncia formalizzata nei mesi scorsi dalla stessa Regione sarebbero stati quantificati in 52 milioni di euro. Gli accertamenti si preannunciano oltremodo complessi sia sul fronte delle verifiche economiche che sull’iter di sottoscrizione dei contratti. La Procura di Catanzaro ha già in corso un’indagine sui “derivati” sottoscritti dalla Regione con la Banca Nomura. In quest’ultima inchiesta sono coinvolti un ex consulente della Regione, l’ex dirigente del settore bilancio, la moglie di quest’ultimo e quattro funzionari dell’istituto di credito giapponese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook