Giovedì, 20 Settembre 2018
LAINO BORGO

Dopo il terremoto
ripresa lontana

A Laino Borgo, il secondo comune del Pollino cosentino, dopo Mormanno, ad aver riportato i maggiori danni in seguito al terremoto del 26 ottobre scorso, amministrazione comunale e cittadini lamentano la lentezza degli interventi. Già le risorse stanziate dal governo sono insufficienti, appena 10 milioni di euro, se poi si aggiungono le lentezze burocratiche la ripresa diventa un miraggio. A Laino sono cinquantuno gli immobili dichiarati inagibili dopo le verifiche della protezione Civile e dei Vigili del Fuoco, di questi 48 sono fabbricati privati e poi ci sono la cappella mortuaria del cimitero, la Chiesa madre dello Spirito Santo e quella del Purgatorio. Luoghi simbolo per questa popolazione la cui messa in sicurezza viene sollecitata con forza e l’amministrazione comunale ha anche avviato una serie di incontri con i responsabili della Curia per stabilire gli interventi. Ma se non arrivano i fondi è difficili. A Laino Borgo d’altronde si aspettano ancora tre milioni di euro dalla regione, un residuo del contributo per il terremoto del 1998. Se almeno arrivassero questi soldi!

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X