Martedì, 25 Settembre 2018
PRIMARIE

A Bersani tutte le regioni
tranne la Toscana

 

>ANSA-BOX/ A BERSANI TUTTE LE REGIONI TRANNE LA TOSCANA
SUD 'FORTINO' DEL SEGRETARIO; LA FOTOGRAFIA DELLE PRIMARIE
            
            (di Paolo Dallorso)  
   (ANSA) - ROMA, 2 DIC - Calabria, Sardegna, Basilicata e
Puglia possono essere considerati i fortini di Bersani in queste
primarie di centrosinistra. Secondo i dati ufficiali, al di là
del fatto che il segretario del Pd si sia aggiudicato tutte le
regioni tranne la Toscana, Bersani ha raccolto consensi
'bulgari' in queste regioni segnando marcando enormi differenze
rispetto ai risultati di Matteo Renzi. Ecco la fotografia di
come è andata regione per regione quando lo scrutinio è giunto
quasi al termine: 
   REGIONI                BERSANI     RENZI     DIFFERENZA
- PIEMONTE                 58,0       41,9        16,1
- VALLE D'AOSTA            53,6       46,3         7,3
- LOMBARDIA                60,5       39,4        21,1
- TRENTINO ALTO ADIGE      60,4       39,5        20,9
- VENETO                   59,6       40,3        19,3
- FRIULI VG                60,6       39,3        21,3
- LIGURIA                  65,8       34,1        31,7
- EMILIA ROMAGNA           61,1       38,8        22,3
- TOSCANA                  45,1       54,8         9,7
- UMBRIA                   52,3       47,6         4,7
- MARCHE                   54,6       45,3         9,3
- LAZIO                    67,4       32,5        34,9
- ABRUZZO                  62,3       37,6        24,7
- MOLISE                   63,3       36,6        26,7
- CAMPANIA                 68,7       31,2        37,5
- PUGLIA                   71,0       28,9        42,1
- BASILICATA               71,9       28,0        43,9
- CALABRIA                 75,7       24,2        51,5
- SICILIA                  66,3       33,6        32,7
- SARDEGNA                 73,4       26,5        46,9.
(ANSA).

Calabria, Sardegna, Basilicata e Puglia possono essere considerati i fortini di Bersani in queste primarie di centrosinistra. Secondo i dati ufficiali, al di là del fatto che il segretario del Pd si sia aggiudicato tutte le regioni tranne la Toscana, Bersani ha raccolto consensi 'bulgari' in queste regioni segnando marcando enormi differenze rispetto ai risultati di Matteo Renzi. Ecco la fotografia di come è andata regione per regione quando lo scrutinio è giunto quasi al termine: 

 

    REGIONI                BERSANI     RENZI     DIFFERENZA

- PIEMONTE                 58,0       41,9        16,1
- VALLE D'AOSTA            53,6       46,3         7,3
- LOMBARDIA                60,5       39,4        21,1
- TRENTINO ALTO ADIGE      60,4       39,5        20,9
- VENETO                   59,6       40,3        19,3
- FRIULI VG                60,6       39,3        21,3
- LIGURIA                  65,8       34,1        31,7
- EMILIA ROMAGNA           61,1       38,8        22,3
- TOSCANA                  45,1       54,8         9,7
- UMBRIA                   52,3       47,6         4,7
- MARCHE                   54,6       45,3         9,3
- LAZIO                    67,4       32,5        34,9
- ABRUZZO                  62,3       37,6        24,7
- MOLISE                   63,3       36,6        26,7
- CAMPANIA                 68,7       31,2        37,5
- PUGLIA                   71,0       28,9        42,1
- BASILICATA               71,9       28,0        43,9
- CALABRIA                 75,7       24,2        51,5
- SICILIA                  66,3       33,6        32,7
- SARDEGNA                 73,4       26,5        46,9

 

IN SICILIA -  “Esprimo sincere congratulazioni a Pierluigi Bersani per la splendida affermazione avuta in Italia e in Sicilia, proponendo un progetto di vero rinnovamento dell’Italia". Lo afferma in una nota il Presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, commentando la vittoria di Pierluigi Bersani alle primarie del centro sinistra. "Il dato delle primarie - aggiunge - è la base di partenza di un percorso, che in pochi mesi dovrà portare a un grande rinnovamento del Paese che ponga alla base il rilancio dell’economia, il risanamento, una grande attenzione nei confronti dei più deboli, dei giovani, dei lavoratori e delle imprese che vogliono crescere nella legalità. Una Sicilia rinnovata, sarà accanto a Bersani nella battaglia per cambiare l’Italia”.

 

IN CALABRIA - La Calabria premia Pier Luigi Bersani e diventa, al momento, la regione in cui il segretario del Pd ottiene il maggiore consenso. Dopo 65 mila voti scrutinati sui circa 90 mila che dovrebbero essere quelli dell'affluenza definitiva, bersani ottiene il 76,1% contro il 23,9% di Matteo Renzi. Risultato ancora più eclatante Bersani lo ottiene nella provincia di Vibo Valentia dove, sempre con risultati ancora provvisori, il segretario si attesta sull'84,8%. Al primo turno, i votanti in Calabria erano stati 104.851.

 

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X