Sabato, 22 Settembre 2018
CENTROSINISTRA

Primarie, già alle urne
1.300.000 elettori

Il Coordinamento Nazionale Italia.BeneComune comunica che, alle ore 13.30, nei 9.239 seggi sparsi in tutta Italia, hanno votato circa 1.300.000 elettori. 

Entusiasmo ed euforia tra tutti i candidati, con gli organizzatori che parlano di "partecipazione straordinaria". "Oggi è una festa, la contesa é finita, adesso decidono gli elettori e sceglieranno il migliore. Abbiamo fatto un regalo a noi e all'Italia", dice Bersani. E felice è Renzi: Abbiamo riportato la gente ad appassionarsi alla politica, e la politica ad occuparsi di temi concreti: per questo viene naturale dire che abbiamo già vinto"."Fiducioso" di andare al ballottaggio é Nichi Vendola. Ecco la situazione in Italia.

 ROMA - "Una grandissima partecipazione" per il voto delle primarie del centrosinistra a Roma pari ad oltre 75 mila votanti. E' quanto affermano dal Pd della capitale. In media, alle 12, i 250 seggi di Roma potevano contare su circa 300 voti ciascuno. In ogni seggio i primi votanti si sono messi in fila anche prima dell'orario d'apertura. Una nota di colore: alle 11.30 la signora Martinella Angela, cento anni compiuti, ha votato al seggio di via Terni offrendo il caffé a tutti i volontari e le volontarie. 

MILANO: Alta affluenza alle urne a Milano e in Lombardia, con gli elettori che in alcuni casi hanno dovuto attendere dai 10 ai 30 minuti in coda prima di poter votare. Circa 10 mila volontari da stamani sono al lavoro nei 1.508 seggi allestiti nella regione dove tra pochi giorni, il 15 dicembre, si tornerà alle urne per le primarie del centrosinistra in vista delle elezioni anticipate in Lombardia. Le file si sono registrate sia a Milano che nei piccoli comuni lombardi, dove in molti casi la partecipazione ha superato le aspettative dei militanti che hanno allestito i seggi anche in paesi con poche centinaia di abitanti. Ha votato a Milano il candidato dell'Api Bruno Tabacci.

 VENETO: Afflusso continuo in Veneto fin dall'apertura dei seggi delle primarie del centrosinistra. Finora non si registrano code significative: solo nel seggio del centro storico a Padova si è formata una piccola fila, fino ad un massimo di una cinquantina di persone in attesa di votare. Finora a Padova hanno già messo le schede nell'urna oltre 5.200 elettori. A Venezia l'afflusso fino a metà mattinata era costante nei due seggi principali del centro storico, a Santa Sofia e San Leonardo, dove circa il 30% degli elettori ha scelto di registrarsi solo prima del voto. In Veneto sono 630 i seggi, e poco meno di 4000 i volontari impegnati. 

CAMPANIA: Buona affluenza per il voto delle primarie del centrosinistra in Campania. Secondo la stima del Comitato per le primarie, in considerazione dell'affluenza finora registrata, entro la serata si raggiungerà la quota dei 250mila elettori. Al momento la maggiore affluenza si sta registrando nei seggi della città di Salerno e à di Pozzuoli, dove negli otto seggi allestiti alle 12 di oggi si sono iscritti ed hanno già votato oltre 1.000 persone. Discreta l'affluenza anche a Giugliano, terza città della Campania per numero di abitanti. A Napoli l'affluenza è ritenuta molto soddisfacente dai rappresentanti del Comitato nei seggi del centro storico e del Vomero. Tra i primi elettori che questa mattina si sono presentati al seggio anche l'ex presidente della Regione, Antonio Bassolino, che ha votato a Posillipo. Fino a questo momento le operazioni di voto si sono svolte in tutta la Campania ordinatamente. -

TOSCANA: Affollati tutti i 1.021 seggi aperti stamani in Toscana per le primarie del centrosinistra. Code a Firenze, dove in alcuni casi il tempo di attesa è attorno ai 40 minuti, ma anche in altre città capoluogo dove, tuttavia, le operazioni sembrano più snelle. Si vota anche nelle zone colpite dall'alluvione di due settimane fa: ad Albinia, in provincia di Grosseto, non è stato possibile aprire il seggio ma gli elettori del centrosinistra votano nella vicina Orbetello. Al voto anche nelle isole dell'Arcipelago Toscano: a Capraia, la più distante dalla costa e che ha circa 400 abitanti, alla fine della mattinata erano già una quarantina gli elettori delle primarie. - 

TRENTINO - A.A.: 12.000 cittadini si sono iscritti come elettori A Trento si sono iscritti 8.500 persone e a Bolzano 3.500. In Trentino i seggi sono 66 e in Alto Adige 17. Cinque i candidati in lizza: Pierluigi Bersani, Matteo Renzi, Nichi Vendola, Laura Puppato, Bruno Tabacci. 

PUGLIA: Giallo sulla misteriosa 'scomparsa' di circa 4.000 certificati elettorali nella notte tra venerdì e ieri nella sede del Pd a Manfredonia. Gli esponenti dei Comitati Renzi e Vendola hanno segnalato l'anomalia al Comitato nazionale dei garanti; i primi anche ai carabinieri. 

SICILIA, SARDEGNA E EMILIA ROMAGNA: A Palermo ci sono stati oltre 6.400 votanti entro le 12, a Cagliari 4 mila. Tardano ancora i dati dell'Emilia Romagna ma le previsioni parlano di una crescita dei votanti del 50% rispetto alle primarie per la scelta del candidato premier del Pd nel 2007.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X