Mercoledì, 26 Settembre 2018
CAPPELLA SISTINA

Gioacchino da Fiore
ispirò Michelangelo

abate, cappella, sistina, Calabria, Archivio

Lo spirito di Gioacchino da Fiore aleggia nella Cappella Sistina. L’Abate calabrese “di spirito profetico dotato” citato da Dante nella Divina Commedia, ha influito sul programma iconografico della Sistina. A confermarlo  è il direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci che  in una intervista rilasciata al settimanale Parola di Vita afferma: “ il pensiero giochimita  attraversa come un grande fiume tutta la spiritualità cristiana dell’Occidente. Giacchino da Fiore  è stato uno dei grandi  profeti dell’occidente cristiano”. “Sicuramente Michelangelo lo conosceva, in quanto aveva dimestichezza con le Scritture, con i testi sacri,e poi lo si capisce dalla sua pittura” . La Cappella Sistina ogni anno è visitata da oltre 5 milioni di persone. Quest’anno in occasione dei 500 anni “abbiamo voluto dedicare un approfondimento – ha detto il direttore del settimanale Don Enzo Gabrieli – agli affreschi  della volta della Sistina e scoperto che in essa c’è un po’ di Calabria”

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X