Martedì, 27 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Orgoglio calabrese a Roma, il reggino Pietro Monterosso vince il "Manichino d'oro"

Orgoglio calabrese a Roma, il reggino Pietro Monterosso vince il "Manichino d'oro"

Orgoglio calabrese a Roma. Il reggino  Pietro Monterosso ha vinto il Manichino d’oro 2022. L'Accademia Nazionale dei Sartori ha celebrato l'alta sartoria made in Italy sfilando in piazza del Campidoglio. Preceduto da due giorni di convegni, il defilé Stile Sartoriale ha rappresentato oltre 130 sartorie italiane. Quest'anno Stile Sartoriale ha festeggiato 75 anni di vita dell' Accademia in piazza del Campidoglio. Un appuntamento patrocinato dall'assessorato Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda di Roma di Roma Capitale, guidato da Alessandro Onorato.
E tra gli appuntamenti più rilevanti, della serata l'assegnazione del premio Manichino d'Oro, dedicato alla sartoria femminile e ai suoi giovani alfieri. Dieci ragazzi selezionati da tutta Italia, si sono riuniti nelle aule dell'Accademia per confezionare l'abito da donna che ha sfilato nella serata finale. Tra i dieci contendenti, il Manichino d'Oro 2022 è andato proprio a Pietro Monterosso (di Sant'Eufemia d'Aspromonte), mentre il Premio Vita da Sarto è stato vinto dal sarto Natale Romano.

Pietro Monterosso, che ha al suo attivo un Diploma in Fashion Design conseguito presso POLIMODA International Institute Fashion Design and Marketing, di Firenze, è già avvezzo ai riconoscimenti: nel 2010 ha ricevuto il Premio sartoriale “Ago d’Oro”, a Reggio Calabria; nel 2012 gli è stato consegnato il Premio Gianni Versare “Giovane Designer 2012”, Camera della Moda Calabria, concorso “La Grotta dei desideri”; nel 2016, invece, ha ricevuto il Premio “Bottone D’oro Gerardo Sacco” categoria Alta Moda, a Crotone, e il Premio “Artigiano Made in Italy” Bridal Fashion Award, consegnatogli a Catanzaro.

"Siamo orgogliosi di ospitare Stile Sartoriale in piazza del Campidoglio - ha detto l'assessore Onorato - che è il luogo più rappresentativo nel mondo della Città Eterna ma è anche fortemente legato alla storia della sartoria italiana e romana. In pochi mesi Roma è tornata ad ospitare grandi appuntamenti della moda internazionale, che hanno avuto un'eco straordinario su tutti i principali media di settore: da Valentino in piazza di Spagna alla iconica sfilata in via Veneto; da Altaroma con il concorso dei giovani talenti fino alla sfilata di Biagiotti sempre in piazza del Campidoglio. Roma si è finalmente riappropriata del ruolo e della centralità che le spetta nel mondo della moda. Stiamo investendo molto affinché gli spazi più iconici della nostra città diventino lo scenario naturale dei grandi appuntamenti della moda internazionale".  "L'edizione 2022 dell'evento - ha detto il presidente dell'Accademia dei Sartori Gaetano Aloisio - ci ha permesso di tornare a casa, al Campidoglio, laddove nel 1575 nacque e operò per alcuni secoli l'Universitas Sutorum, la cui eredità è stata raccolta dall'Accademia. Per noi è un onore e un impegno ulteriore a continuare a preservare, valorizzare e tramandare l'arte sartoriale del nostro Paese, il vero Made in Italy".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook