Lunedì, 27 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Da Tropea a San Floro lungo la Costa degli Dei, Linea Verde domenica in Calabria

Da Tropea a San Floro lungo la Costa degli Dei, Linea Verde domenica in Calabria

Da Tropea a San Floro: il prossimo appuntamento di Linea Verde Estate, con Angela Rafanelli e Peppone Calabrese, in onda domenica 26 giugno, alle 12.20 su Raiuno, sarà un viaggio in Calabria, lungo la costa degli Dei. Il rientro delle piccole barche da pesca, lo sbarco del pesce, la manutenzione delle reti: a Tropea, nella Marina del Vescovado, suggestivi scorci del piccolo borgo dei pescatori, luogo di sogni e memorie. Un fortezza sull’acqua: a Briatico, piccolo borgo marinaresco del Vibonese, il fascino della Rocchetta, torre di avvistamento edificata nel decimo secolo, e del murenario di Sant’Irene, antica peschiera romana, sapientemente lavorata dall'uomo e trasformata in un grande vivaio per l’allevamento dei pesci.

La buccia ricca di antocianine, pigmenti naturali antiossidanti che ne determinano il caratteristico colore, una polpa bianca e carnosa: a Briatico la raccolta delle cipolle rosse di Tropea, l’oro rosso della Calabria, un’eccellenza del territorio introdotta dai Fenici oltre 4000 anni fa. Meraviglie della natura: a Tropea, in parasail, sport ricreativo che combina l’adrenalina del paracadutismo con un’escursione in barca, alla scoperta delle bellezze della costa e dei più grandi vulcani del Mediterraneo. Una tradizione culinaria fusione di famiglie, di culture e di popoli diversi: nel cuore di Tropea, in una caratteristica osteria, i preziosi segreti per la preparazione di una pasta con le cipolle d’eccezione.

L’amata Calabria dell’autore de “Il male oscuro”: a Capo Vaticano, con la figlia Antonia, per rivivere i luoghi dove Giuseppe Berto, nella casa costruita sul promontorio da cui poteva vedere il mare e, in lontananza, lo Stromboli fumante, scrisse il suo celeberrimo capolavoro della letteratura italiana. Tutela dell’ambiente e del paesaggio, crescita del territorio e sviluppo sostenibile: a San Floro, l’ambizioso progetto di un gruppo di ragazzi calabresi, quello di tornare e restare definitivamente in Calabria per dedicarsi all’antica filiera della gelsibachicoltura.

Dalla Calabria al resto d’Italia, per il rilancio e valorizzazione dei grani locali italiani: a San Floro, con nonna Concetta, la storia a lieto fine di Stefano, che nel 2016, riesce a recuperare ed avviare il primo “Mulinum” dei contadini nella provincia di Catanzaro.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook