Lunedì, 22 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo

Cotronei, al Villaggio Palumbo devastato bene confiscato in attesa di concessione - Foto

E' stata completamente devastata la villetta di Villaggio Palumbo confiscata negli anni scorsi ai sensi della legge antimafia a un esponente della criminalità organizzata. La struttura che il Comune di Cotronei, quale ente assegnatario, vuole concedere in uso gratuitamente ad un'associazione per realizzarsi un centro di aggregazione giovanile, ha subito nella notte un'incursione che ha lasciato poco o nulla di integro. Il sindaco di Cotronei Nicola Belcastro ha denunciato stamane l'accaduto ai carabinieri della stazione di Cotronei.

Stanze messe a soqquadro, le pareti del camino ridotte in calcinacci, i sanitari distrutti e gli arredi completamente danneggiati così come le scale in legno che conducono al piano superiore. Gli autori della devastante spedizione vandalica non hanno risparmiato i vetri e gli specchi ridotti tutti in frantumi. Un segnale inquietante per il primo cittadino di Cotronei che torna a ribadire la necessità di aprire un presidio delle forse dell'ordine "nella sempre più importante destinazione turistico-montana di Trepidò".

La villetta sita in località Pian del Sole, suddivisa in sette vani e distribuita su una superficie di 129 metri quadri, nelle intenzioni del Comune che ha emesso un bando, sarà assegnata a titolo gratuito per un periodo di 15 anni. Ed al suo interno dovranno svolgersi attività socio-culturali ed ambientali al servizio del territorio e dell’intera comunità. Ma forse, come sospetta lo stesso primo cittadino - che annuncia, la volontà del Comune di costituirsi parte civile nell'eventuale futuro procedimento contro gli autori del danneggiamento - l’obiettivo dei malviventi è proprio quello di far si "che nessuna associazione partecipi, in modo tale da poter ribadire che la legalità non si riprende questo locale".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook