Lunedì, 27 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Inquinamento, Tommasi: Occhiuto e Gallo si attivino per l’immediata applicazione della legge Salvamare
AMBIENTE

Inquinamento, Tommasi: Occhiuto e Gallo si attivino per l’immediata applicazione della legge Salvamare

Calabria, Politica
Diego Tommasi

"Con l’approvazione in via definitiva dal Senato della cosiddetta legge Salvamare, si colma un vuoto normativo e si avvia un percorso contro l’inquinamento dai rifiuti principalmente la plastica nel mare. Tale legge consente infatti ai pescatori che recuperano rifiuti in mare di portarli in porto dove le autorità portuali , e là ove non esistano saranno i comuni, devono attrezzare apposite isole ecologiche per conferire ed avviare a riciclo i rifiuti, finora i pescatori che recuperavano rifiuti non potevano portarli a terra per non incorrere addirittura in sanzioni per traffico illecito di rifiuti". E' quanto afferma, in una nota, il presidente di "Alleanza ecologica per l’Italia", Diego Tommasi.

"La legge prevede - ha proseguito Tommasi - che il Ministero delle politiche agricole di concerto con il Ministero della transizione ecologica, individuino misure premiali per i pescherecci più virtuosi. Ci sono misure per la raccolta dei rifiuti galleggianti nei fiumi con lo scopo di intercettarle prima che arrivino a mare con strumenti idonei, sarà cura del Ministero della transizione ecologica di avviare un programma sperimentale triennale per il recupero dei rifiuti galleggianti con un impegno economico per ogni anno di 2 milioni di euro. Da recenti indagini i nostri mari e le nostre spiagge sono letteralmente invase dai rifiuti, al primo posto ci sono i frammenti di plastica , seguiti dai mozziconi di sigarette. Sono previste inoltre campagne di sensibilizzazione, per il conseguimento delle finalità della legge, avente lo scopo di assicurare un’adeguata informazione ai pescatori e agli operanti del settore circa la modalità di conferimento dei rifiuti, è previsto anche il ricorso a protocolli tecnici per assicurare la mappatura delle aree adibite alla raccolta dei rifiuti.  Con appositi finanziamenti del Ministero dell’ambiente - ha concluso Tommasi - saranno possibili attività di monitoraggio e controllo dell’ambiente marino, di enorme importanza è l’introduzione dell’ obbligo della raccolta differenziata e l’educazione ambientale in tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado per rendere gli alunni consapevoli della conservazione dell’ambiente". Da qui la richiesta a Occhiuto e Gallo in modo da attivarsi per l’immediata applicazione della legge Salvamare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook