Venerdì, 02 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Sistema turistico della Calabria, tavolo di lavoro regionale per favorire lo sviluppo

Sistema turistico della Calabria, tavolo di lavoro regionale per favorire lo sviluppo

Il sistema Camerale calabrese, la Regione Calabria, ENIT ed Isnart si sono seduti intorno ad un tavolo virtuale, alla presenza delle numerose imprese ed organizzazioni partecipanti da remoto, per presentare dati e progettualità per supportare la competitività del sistema turistico allargato calabrese.

E’ accaduto in occasione dell'evento on line che si è tenuto il 29 settembre 2022, dal titolo "Dal Tour Al Turismo attraverso i dati, il quale è organizzato da Unioncamere Calabria e le Camere di commercio Calabresi, in collaborazione con Isnart e nell’ambito delle attività concordate con Unioncamere Nazionale, attraverso il Progetto Fondo Perequativo "Sostegno al Turismo 2019-2020”.

I lavori sono stati aperti dal presidente di Unioncamere Calabria, dott. Antonino TRAMONTANA, che, nel ringraziare i rappresentanti istituzionali per la loro presenza, ha sottolineato l’importanza di realizzare delle sempre più strette sinergie funzionali alla crescita del territorio regionale, e quindi delle imprese, evidenziando come siano in fase di definizione accordi di collaborazione con alcuni dipartimenti regionali.

In particolare,  con riferimento ad un un settore strategico per la Calabria, quale è quello turistico,  è in fase di sottoscrizione un protocollo di intesa tra Unioncamere Calabria, per conto del sistema camerale calabrese, e il Dipartimento Turismo, Marketing territoriale e Mobilità, rappresentato dall’Assessore Fausto Orsomarso, e finalizzato a mettere a sistema le diverse attività, competenze, strumenti e risorse finalizzate alla promozione e allo sviluppo del patrimonio turistico e culturale del territorio calabrese.

Collaborazione, sinergie e univocità dei messaggi sulla Calabria: sono state parole chiave all’interno di tutti gli interventi, a partire dal nuovo modo di comunicare la “Calabria Straordinaria”, che ha visto lavorare in maniera strutturata e cooperativa i vari dipartimenti della Regione Calabria, e che richiedono l’impegno fattivo anche di tutti gli stakeholders del settore turistico.

Gli argomenti trattati hanno inteso analizzare il concetto di "destinazione turistica" nella sua completezza, non solo in termini di dimensioni, flussi turistici e caratteristiche strutturali dell’offerta, ma anche in chiave di riconoscibilità e valorizzazione dell’identità distintiva, nonché di reputazione e identità digitale.

Nell’ambito della mattinata, è stato discusso il report di analisi turistico-territoriale  dell’“Osservatorio sull’Economia del Turismo delle Camere di Commercio calabresi”,   che è stato presentato dal Dott.  Paolo BULLERI, Dirigente Area Valorizzazione Ecosistemi Turistici e Culturali di ISNART, il quale dopo avere presentato le caratteristiche generali della filiera turistica regionale (che consta di oltre 17 mila imprese registrate nel secondo trimestre del 2022 pari il 9,5% della filiera turistica nazionale) si è focalizzato sui dati derivanti dalle indagini effettuate sui turisti in Calabria e sull’analisi dei sentiment sulla destinazione pilota “La Calabria dei Borghi”.

In generale, i turisti che visitano la Calabria sono giovani e fanno vacanze prettamente all’insegna di mare e natura.

La regione Calabria vanta un’ampia componente turistica giovanile: il 38,3% dei vacanzieri appartiene alla Generazione Y (28-41 anni) e il 9,6% alla Z (under 27). Dall’indagine diretta di Isnart ai turisti nella regione, per quanto riguarda le motivazioni di vacanza, spiccano mare e turismo di ritorno.

Importanti però, due altri aspetti in parallelo:

  • La ricerca di un contatto diretto con la natura (16,3%);
  • La necessità di recarsi in regione per motivi di lavoro (14,0%).

Queste quote, superiori alle medie nazionali, coniugano spesso tendenze di mercato e territorio attraverso in primis la staycation.

Per quanto attiene la destinazione turistica pilota “La Calabria dei Borghi” (che consta di 23 comuni), l’analisi del Sentiment la descrive come un’area di forte impronta turistico-culturale, enogastronomica, balneare e religiosa. Tra le attività svolte nella destinazione, spiccano le giornate al mare e le escursioni e gite in borghi e città, unendo spesso cultura e religione; si aggiungono degustazioni di prodotti enogastronomici locali.

Nel complesso, il sentiment dei turisti è in prevalenza positivo. È inoltre interessante notare come la maggior parte delle recensioni riguardi aspetti della destinazione di carattere generale e, in parte, la sua organizzazione e raggiungibilità, cui fanno capo delle quote importanti di giudizi negativi.

Importanti spunti di lavoro sono emersi in occasione della tavola rotonda “Dati, progetti e prospettive per il turismo calabrese”,  a cui hanno partecipato:

  • Il dott. Giacomo GIOVINAZZO, Dirigente Generale Dipartimento Agricoltura, Risorse Agroalimentari e Forestazione Regione Calabria, che ha presentato alcune linee strategiche della nuova programmazione dedicate alla diversificazione agricola e alla formazione, sottolineando come il turismo rappresenti un elemento importante per il completamento della multifunzionalità agricola.
  • Il Dott. Fortunato VARONE, Dirigente Generale Dipartimento Sviluppo economico e Attrattori culturali Regione Calabria, che nel rimarcare la presenza di un’inestimabile patrimonio artistico e culturale dei borghi della Calabria, ha esposto alcune progettualità regionali, tra cui quelle legate alla digitalizzazione di tale patrimonio e sul miglioramento della capacità di fruizione da parte dei turisti.
  • La dott.ssa Maria Antonella CAUTERUCCIO, Dirigente Generale Reggente Dipartimento Turismo, Marketing territoriale e Mobilità Regione Calabria, che nel raccontare come la linea di comunicazione regionale sia finalizzata a narrare una Calabria autentica e per marcatori distintivi, ha presentato alcune linee progettuali, tra cui quelle per il potenziamento dell’offerta in termini di turismo esperienziale e per la promozione nei mercati esteri al fine di attrarre maggiori turisti stranieri.
  • Il Dott. Claudio MORONI, Dirigente Generale Dipartimento Infrastrutture e Lavori pubblici Regione Calabria, che ha offerto un quadro sulle progettualità legate alle infrastrutture sulle quali la Regione sta lavorando in maniera organica, presentando alcune linee prioritarie di intervento.
  • La dott.ssa Elena DI RACO, Responsabile Studi Statistici E Ricerche di ENIT, che ha illustrato l’andamento dei flussi turistici internazionali, riportando alcune importanti informazioni su dati e caratteristiche dei mercati internazionali ed evidenziando una importante ripartenza del turismo statunitense e canadese, e che ha inoltre offerto una panoramica delle azioni di supporto dell’ente nazionale.

I lavori sono stati coordinanti dalla dott.ssa Erminia GIORNO, Segretario Generale di Unioncamere Calabria, che nel corso degli interventi, ha condiviso l’importanza di ripartire da un nuovo story telling e del racconto di una Calabria bella, di una Calabria straordinaria, all’interno del cui cappello devono riconoscersi tutti gli stakeholders al fine di poter costruire una vera DMO.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook