Venerdì, 02 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trenitalia e la “cura green” per la Calabria
LA NOVITÀ

Trenitalia e la “cura green” per la Calabria

di
In arrivo le nuove carrozze ibride Blues destinate alle tratte (come la Jonica) non elettrificate. Da oggi l’anteprima a Reggio. Dal Pnrr 221 milioni di euro. Il punto con l’ad Corradi: «Siamo sulla strada giusta»

Anche in Calabria arriva “Blues”, il primo treno ibrido che nelle intenzioni di Trenitalia (gruppo Fs Italiane) rivoluzionerà, insieme ai “Pop”, la mobilità regionale su ferro. Dopo l’esordio a Firenze, il roadshow che porta nelle principali piazze italiane il nuovo treno della flotta regionale tocca oggi la Calabria – prima regione del Sud – che ospita sul lungomare Falcomatà di Reggio Calabria un modello in scala reale del “Blues”, aperto alle visite fino a lunedì 4 aprile, dalle 10 alle 20.
L’evento è un’occasione per tracciare, assieme all’amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia Luigi Corradi, le strategie dell’azienda per la Calabria.
«Questa tappa del “Blues” – dice il manager – è innanzitutto la conferma dell’attenzione di Trenitalia per i collegamenti regionali e metropolitani in Calabria. Portiamo il “Blues” in piazza per farlo conoscere e per anticipare le caratteristiche dei treni che saranno a disposizione dei viaggiatori dall’anno prossimo. Questa tappa del roadshow è ancora più importante perché è la prima al Sud e, soprattutto, si tratta del primo treno ibrido di Trenitalia a tripla trazione, elettrica, diesel e batterie, che servirà le linee non elettrificate non interessate ancora dall’entrata in servizio dei nuovi “Pop”. Non soltanto collegamenti regionali, però; anche il potenziamento di Frecce e Intercity da e per la Calabria è al centro delle nostre attenzioni».
- Quanto manca ancora per dare una svolta definitiva al trasporto regionale in Calabria?
«Siamo sulla buona strada. Abbiamo prima di tutto migliorato i processi industriali e in seconda battuta dato il via agli investimenti grazie al contratto di servizio di lunga durata con la Regione. In totale arriveranno sui binari calabresi 27 nuovi treni, di cui quattro “Pop” già consegnati nel 2020 e altri 23, fra “Blues” e “Pop”, in consegna dal 2023 su tutto il territorio regionale.

Leggi l'intervista completa sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook