Lunedì, 08 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vaccini in Calabria, l'appello del garante: "Priorità anche per i detenuti"
LA RICHIESTA

Vaccini in Calabria, l'appello del garante: "Priorità anche per i detenuti"

Invito alle autorità ad includere nell'elenco delle categorie prioritarie per la somministrazione dei vaccini anti Covid le persone detenute nei 12 penitenziari calabresi

Un invito alle autorità ad includere nell'elenco delle categorie prioritarie per la somministrazione dei vaccini anti Covid le persone detenute nei 12 penitenziari calabresi e il personale ad altro titolo operante, e' stato rivolto dal garante regionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale Agostino Siviglia.

"Ritengo doveroso segnalare - scrive Siviglia - la necessita' di inserire nel Piano vaccini regionale per la Calabria, fra le categorie prioritarie, le persone detenute nonché il personale in conformità con le linee di indirizzo in tal senso formulate dal commissario straordinario per l'emergenza sanitaria, Domenico Arcuri, in quanto rientranti tra le categorie a rischio. Nel mentre, si registra positivamente l'inserimento nel calendario vaccini presentato dal presidente della Regione Calabria del personale di polizia penitenziaria. Inoltre, mi preme segnalare ancora una volta, la necessita' e l'urgenza del piu' tempestivo intervento (in specie da parte dell'Asp di Catanzaro) in merito all'avvio dell'attività funzionale della Residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza (Rems) di Girifalco (Catanzaro)".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook