Mercoledì, 27 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Calabria, dosi per tirocinanti e amministrativi. Medici e anziani perdono priorità
IL CASO

Calabria, dosi per tirocinanti e amministrativi. Medici e anziani perdono priorità

di
La gestione della campagna vaccinale finisce sott’accusa
accuse, coronavirus, vaccini, Calabria, Cronaca
La somministrazione del vaccino ad impiegati delle Asp accende lo scontro

Il Piano c’è e una volta fissate le priorità si è iniziato a procedere in... ordine sparso. Così a leggere i dati delle vaccinazioni qualche conto – o meglio qualche lista – inizia a non tornare. Se, infatti, all’inizio della campagna si davano indicazioni sulle categorie a cui inoculare le dosi, ossia le fasce a rischio e i soggetti fragili (dal personale sanitario agli ospiti delle Rsa) così da salvargli la vita, gli elenchi sembrano essersi “allargati” tanto che in diverse regioni i carabinieri del Nas stanno già acquisendo gli elenchi dei vaccinandi. E quanto alla Calabria, dai dati diffusi ieri emerge che su 12.781 vaccinati 1.460 risultano essere non sanitari e 44 ospiti delle Rsa, con la fascia d’età più interessata tra i 50 e 59 anni. Numeri che, in parte, restituiscono una realtà in cui – seppur ogni vaccinato in più è un passo in avanti nella lotta al Covid – le regole sembrano essere saltate al pari delle liste. In questa direzione, il “caso Vibo” diventa emblematico.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook