Giovedì, 04 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, la triste parabola dal manager Barbieri
LANDE DESOLATE

Cosenza, la triste parabola dal manager Barbieri

di
Era a capo dell’omonimo gruppo. Comparirà a giudizio ad ottobre davanti al Tribunale di Catanzaro
lande desolate, rinvio a giudizio, Giorgio Ottavio Barbieri, Calabria, Cronaca
Il manager calabro-romanoGiorgio Ottavio Barbieri

Figlio d’arte ed erede d’un gruppo imprenditoriale di altissimo livello: Giorgio Ottavio Barbieri ha visto tutto il suo mondo crollare sotto i colpi inferti dalla magistratura antimafia di Catanzaro. Per tanti anni nessuno l’aveva disturbato fino a quando i pubblici ministeri non hanno messo il naso negli affari e tra gli interessi del capobastone di Cetraro, Franco Muto. Da lì per il manager calabrese con residenza a Roma, sono cominciati a piovere guai come se fossero chicchi di grandine. È finito in manette con l’inchiesta “Frontiera” perché indicato come braccio operativo della consorteria guidata dal cosiddetto “re del pesce”. L’imputazione è caduta solo il 4 luglio del 2019 davanti al Tribunale di Paola che l’ha assolto con formula ampia. Nel frattempo la procura di Reggio l’ha incriminato nell’ambito dell’indagine “Cumbertazione” contestandogli la turbativa d’asta per aver fatto parte di un “cartello” d’imprese caro alle cosche dominanti della Piana di Gioia Tauro che si spartiva le commesse pubbliche: il processo è in corso davanti al Tribunale di Palmi. Infine, il rinvio a giudizio incassato ieri dal Gup di Catanzaro per falso aggravato dal metodo mafioso nel quadro della maxinchiesta “Lande desolate” condotta dalla Guardia di finanza sulle imponenti opere pubbliche realizzate dall'impresa di famiglia: l’aviosuperficie di Scalea, l’ovovia di Lorica e piazza Bilotti a Cosenza.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook