Venerdì, 13 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
SECONDO CASO

Ancora intimidazioni ai sacerdoti del Vibonese, gomme tagliate al vice parroco di S. Gregorio d'Ippona

Seconda intimidazione in pochi giorni ai danni di un sacerdote nel vibonese. Ignoti hanno tagliato gli pneumatici dell’auto del vice parroco di San Gregorio d’Ippona, don Bruno Rizzuto.

L’episodio, che non dovrebbe essere collegato col precedente, segue quello compiuto ai danni di un altro prete, don Francesco Galloro, al quale è stata incendiata l’auto a Vallelonga sabato scorso.

«Mani che operano senza volto sono espressione di disumanità e di vigliaccheria inaudita ed inaccettabile in una società che cerca in tutti i modi di riemergere dalle situazioni di sofferenza, in cui è costretta da chi cerca con l’uso della violenza solo l’affermazione malata di sé, a prescindere da ogni contesto di civile e rispettosa convivenza».

Lo afferma il vescovo di Mileto-Nicotera-Tropea, monsignor Luigi Renzo, unitamente al presbiterio ed alla Comunità diocesana, in relazione alle intimidazioni compiute negli ultimi giorni ai danni dei due sacerdoti ai quali esprime «piena ed affettuosa vicinanza e solidarietà».

Il Vescovo ringrazia i fedeli di Vallelonga e di San Gregorio d’Ippona, che hanno «generosamente e pubblicamente dimostrato - afferma - benevolenza e vicinanza ai propri sacerdoti» ed invita a «pregare e a non desistere dall’impegno di testimonianza e di evangelizzazione, uniche vie capaci di sconfiggere il male, che non appartiene e non può assolutamente appartenere alla sana società del territorio vibonese».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook