Domenica, 18 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
RIFIUTI

Sanzioni Ue per le discariche in Calabria, si punta a regolarizzare in 4 anni

di

La via maestra è tracciata, così come l'obiettivo: chiudere la partita «entro i prossimi 48 mesi». Ma la strada sembra tutta in salita, perché stiamo parlando della bonifica delle discariche abusive sfociate nelle sanzioni dell'Unione europea. Un “campo minato” nel quale la Calabria fa la parte del leone, con il maggior numero di siti costati multe milionarie da parte di Bruxelles.

A fare ancora una volta il punto della situazione è una relazione aggiornata a fine 2018, consegnata alle Camere (e appena pubblicata) dall'ufficio del commissario straordinario incaricato di seguire gli interventi necessari.

Sulla Calabria, come riporta la Gazzetta del Sud in edicola, il quadro è in chiaroscuro: solo tra il Pollino e lo Stretto sussistono 22 siti inseriti nella procedura d'infrazione, dislocati tra le provincie di Cosenza, Catanzaro e Vibo ed una nel comune di Reggio.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook