Martedì, 19 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
REGGIO CALABRIA

Strade disastrate e fognature nelle acque bianche, i "sottoservizi" di Gioia Tauro

di

Dopo l'insidioso viaggio di qualche settimana fa attraverso la giungla della segnaletica stradale cittadina, ci addentriamo adesso nella “foresta pluviale” dei sottoservizi di Gioia Tauro, strettamente correlati alla rete stradale ridotta a vero e proprio groviera. Questo nuovo itinerario ci porterà anche a scoprire bacini nascosti e trappole potenzialmente mortali.

Ad accompagnarci, anche stavolta, Santo Bagalà, esponente del movimento “Insieme per Gioia” che ha scelto di non partecipare alla tornata elettorale. Partiamo da via Asti, una stradina che all'altezza del campo sportivo “Cesare Giordano” collega viale Rimembranze con via S. Giuseppe (una discesa che porta al cosiddetto “vialone”).

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook