Giovedì, 20 Giugno 2019
stampa
Dimensione testo
LA PROTESTA

Catanzaro, chiusura della funicolare: bus sostitutivi a singhiozzo e utenti appiedati

di
bus sostitutivi, catanzaro, chiusura della funicolare, protesta utenti, Catanzaro, Calabria, Cronaca
L'Amc di Catanzaro

Utenti in rivolta e autisti divenuti facile bersaglio di accese proteste da parte di passeggeri rimasti per ore in attesa di un bus che non è mai arrivato. È la cronaca di una giornata di disservizi, a Catanzaro, sulla linea che da Sala conduce a piazza Roma, creata appositamente per sopperire all'inattività del sistema funicolare, da diversi mesi sottoposto ai lavori di manutenzione straordinaria.

Una rete di navette che, in teoria, sarebbe dovuta servire a colmare il disservizio determinato dalla chiusura della funicolare ma che, nei fatti, sta producendo una lunga serie di disagi ai pendolari che dalla zona sud utilizzano il sistema di trasporto pubblico per raggiungere il centro cittadino.

Il culmine delle proteste lo si è raggiunto giovedì, quando un gruppo di utenti è rimasto in attesa del transito del bus per più di tre ore senza però riuscire ad usufruire del servizio. Ma ancora ieri, tra le 12 e le 14, diversi utenti hanno lamentato di essere rimasti senza il servizio. In realtà, già da diversi mesi la rete di navette, che collega Sala a piazza Roma, ha subìto un vistoso depotenziamento causato dalla carenza di personale da destinare alla guida dei mezzi.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook