Martedì, 23 Aprile 2019
stampa
Dimensione testo
IL CASO

Il "buco nero" dell'Asp di Reggio, l'ex commissario Gioffrè: "Ha arricchito tutti"

di
asp di reggio calabria, fatture doppie, santo gioffrè, santo gioffrè, Reggio, Calabria, Cronaca
L'Asp di Reggio Calabria

Che all'Asp più di qualcosa non funzionasse è ormai un dato acclarato, ora bisogna individuare le responsabilità e trovare le soluzioni per andare avanti. Il suo contributo la commissione regionale anti 'ndrangheta vuole darlo in termini di analisi. E le audizioni degli ultimi giorni hanno sollevato la cappa su tante vicende, molte delle quali già contenute nella relazione della commissione d'accesso sfociata nello scioglimento per infiltrazioni mafiose.

L'ex commissario regionale alla sanità Massimo Scura ha parlato di «forze interne ed esterne» che avrebbero lavorato perché il sistema non funzionasse. Subito dopo l'ex commissario straordinario dell'Asp (da marzo a settembre 2015), Santo Gioffrè - rimosso dall'Anac solo dopo alcuni mesi di lavoro - ha rincarato la dose: «Nel corso degli anni l'Azienda è stata usata come un bancomat, chi era furbo faceva tutto quello che voleva e lo faceva legalmente, perché la mancanza di carte e varie strategie lo permettevano».

Un atto d'accusa a tutti gli effetti, sul quale ci soffermiamo grazie alle dichiarazioni rese alla commissione presieduta dal consigliere regionale Arturo Bova da parte del dirigente che pare avesse capito, per esempio, il “sistema” delle doppie fatture capace d'ingrassare tanti, a partire dalle multinazionali del farmaco.

Leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – edizione Reggio in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook