Lunedì, 24 Settembre 2018

Bruciata l’autovettura alla sorella della dottoressa assassinata

anna giordanelli, Calabria, Archivio
Bruciata l’autovettura alla sorella della dottoressa assassinataa

Lo strano rogo. E l’omicidio. Un incendio doloso ha distrutto, sabato notte, l’automobile di Serena Giordanelli, sorella del medico di base Anna Giordanelli, 53 anni, uccisa il 28 gennaio scorso a Cetraro mentre stava facendo jogging.

Dell’omicidio è accusato Paolo Di Profio, 47 anni, attualmente detenuto, cognato della vittima ed ex marito della proprietaria dell’automobile incendiata.

L’incendio dell’automobile di Serena Giordanelli è avvenuto mentre il mezzo, una Jeep Renegade, era parcheggiato nel giardino dell’abitazione a Cetraro. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco. Sull’episodio sono in corso le indagini dei carabinieri. L’accusa sostiene che all’origine del delitto ci sarebbe stato un forte risentimento da parte di Paolo Di Profio che accusava la vittima di aver provocato la fine del matrimonio con Serena Giordanelli. Adesso l’incendio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X